Dicembre 2, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Migranti cubani guidano disordini a Piedras Negras, in Messico

Il 21 ottobre, un gruppo di immigrati cubani si è ribellato all’interno dell’Istituto Nazionale di Migrazione nella città di confine di Piedras Negras, nello stato di Coahuila.

Il sito di notizie ha riferito che i cubani hanno ferito una guardia all’interno dello stabilimento e hanno danneggiato il luogo. all’avanguardia.

L’evento si è verificato a causa di circa 14 anni immigrati Sono passati attraverso i funzionari della sicurezza e dell’immigrazione necessari per chiedere aiuto per tenere la situazione sotto controllo.

“Due dei migranti sono stati trasferiti alle strutture PSD del comune a causa dei danni subiti e il resto alle strutture della Procura di Stato (FGE) a causa della loro presunta responsabilità nelle ferite della guardia giurata che fornisce il servizio INM”, hanno riferito i media.

I cubani hanno detto di essere rimasti lì per più di quattro giorni e che il loro unico desiderio era quello di entrare negli Stati Uniti.

Cubani in viaggio negli Stati Uniti

Messico È un precursore del sogno di migliaia di cubani che desiderano raggiungere il suolo degli Stati Uniti. Molti perdono la vita in questo pericoloso viaggio.

Circa cinque cubani sono morti in incidente Nelle terre degli Aztechi, a fine settembre, mentre cercavano di raggiungere il confine con gli Stati Uniti.

Altri sette immigrati cubani sono rimasti feriti sull’autostrada La Tinaja-Cosoleacaque, nello stato messicano di Veracruz, dopo che il veicolo in cui si trovavano, un camioncino Chevrolet Tahoe, si è ribaltato.

Molti cubani hanno perso la vita nel tentativo di attraversare il fiume Rio Grande che separa il Messico dagli Stati Uniti. Centinaia sono morti mentre attraversavano la foresta di Darien, al confine tra Colombia e Panama, che da gennaio ha attraversato più di 10.700 cubani, secondo i dati del Servizio nazionale di migrazione di Panama.

READ  'Disastro assoluto': Cruz accusa Biden della crisi migratoria di Haiti, chiama 'cancellati' i voli di espulsione | in spagnolo.

Coloro che decidono di non andare avanti stanno cercando di normalizzare il loro status di immigrazione sul suolo messicano. Pertanto, a metà ottobre, un totale di 2.351 immigrati provenienti da Cuba, Haiti e Honduras avevano presentato una richiesta di protezione per rimanere in Messico.

All’inizio di questo mese, l’ufficio di rappresentanza dell’Istituto Nazionale delle Migrazioni in Chiapas ha riferito che erano note solo quattro cause legali a favore di 82 persone provenienti da Cuba, Honduras, El Salvador, Nicaragua e Venezuela.

*Immagine tratta da Vanguardia