Settembre 17, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Milioni di dollari in armi Usa detenute dai talebani afghani – Prensa Latina

Un articolo su The Hill ha evidenziato che elicotteri Black Hawk, aerei da attacco A-29 Super Tucano e fucili M16, tra le altre attrezzature e forniture militari, sono finiti nelle mani dei talebani dopo aver preso il controllo del paese domenica scorsa.

Il quotidiano ha sottolineato che gli Stati Uniti hanno speso 83 miliardi di dollari per l’addestramento e l’equipaggiamento delle forze di sicurezza afghane dall’invasione del 2001 con il pretesto di combattere il terrorismo.

Tra il 2003 e il 2016, Washington ha trasferito 75.898 veicoli, 599.690 armi, 162.643 apparecchiature di comunicazione, 208 aerei e 16.191 apparecchiature di intelligence, sorveglianza e ricognizione alle forze afgane, secondo un rapporto dell’ufficio. Responsabilità del governo per il 2017.

Ha aggiunto che dal 2017 al 2019, il paese dell’Asia centrale ha consegnato 7.035 mitragliatrici, oltre 20.000 granate, circa 2.500 granate e circa 1.300 lanciagranate tra le altre attrezzature, secondo un rapporto dell’ispettore generale per la ricostruzione. Afghanistan.

Anche quando l’esercito americano si è ritirato dall’Afghanistan, ha affermato Hill, la Casa Bianca ha continuato a fornire aerei agli afgani e lo scorso luglio ha annunciato l’intenzione di inviare 35 elicotteri Black Hawk e tre A-29.

Non è chiaro esattamente quante armi siano cadute nelle mani dei talebani, ma il governo di Joe Biden ha ammesso che era una “buona quantità”.

In realtà è una buona quantità (di quell’equipaggiamento e delle armi) e ovviamente non abbiamo la sensazione che loro (i talebani) ce lo consegneranno così facilmente all’aeroporto (di Kabul), il consigliere per la sicurezza nazionale in la Camera dei Rappresentanti ha detto martedì, Blanca, Jake Sullivan, riferendosi all’argomento.

READ  Migliaia di afgani aspettano ancora di essere evacuati da Kabul - Prensa Latina

Gli Stati Uniti hanno giustificato la loro avventura bellica nel 2001 per distruggere i talebani, ma hanno fallito, perché dopo 20 anni hanno riacquistato forza in quel Paese, commentano gli analisti.

Il presidente Biden, approvando la sua decisione di ritirare le truppe dalla regione dell’Asia centrale, ha espresso che l’Afghanistan dovrebbe essere in grado d’ora in poi di difendersi.

Tuttavia, il crollo del governo e il ritorno dei talebani, che il presidente democratico considerava “altamente improbabile” un mese fa, sono avvenuti in un batter d’occhio, senza l’opposizione delle stesse forze addestrate dagli Usa.

Che disastro! Il documentarista Michael Moore ha pianto la morte degli americani in quei due decenni in un’altra guerra persa.

mgt / dfm