Febbraio 1, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Mon Lafferty mostra il suo volto di pittrice e poetessa in una grande mostra in Cile

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 gen 2023 – 22:13

Santiago del Cile, 5 gennaio (EFE). – La cantante cilena Mon Lafferte ha aperto questo giovedì presso il Gabriela Mistral Cultural Center (GAM), nel centro di Santiago del Cile, la mostra interdisciplinare “I love you”, una retrospettiva che ripercorre la sua famosa carriera e dà libero sfogo al suo volto come poeta e pittore, con un lato vendicativo ed estetico che ricorda l’artista messicana Frida Kahlo.

La mostra fa parte delle attività organizzate in occasione del 30° anniversario del Teatro Mel Festival, uno degli eventi artistici più importanti del Sud America e che quest’anno dedicherà gran parte del programma alla commemorazione del 50° anniversario del golpe militare che rovesciò nel 1973 il governo democratico dell’allora presidente Salvador Allende.

La stessa Laferte ha aperto i festeggiamenti questa settimana con l’apertura di un grande murale dipinto con l’artista Mono González su una delle pareti dello Stadio Nazionale, luogo di tortura e oppressione della dittatura.

“Penso che a volte vogliamo essere il massimo, il massimo, di qualcosa, vogliamo che ci vedano, vogliamo che ci abbraccino, ci amino, combattano per una causa e la difendano”, ha spiegato l’artista. . al pubblico della comunità.

“Ma vedo che abbiamo anche bisogno di molto, molto amore e voglio dirti che non importa chi sei, cosa credi, i tuoi ideali, le tue paure, i tuoi successi, i tuoi fallimenti, io ti amo”, ha aggiunto. Lafferty, vincitore di quattro Latin Grammy Awards.

La mostra ripercorre la vita dell’artista, fin dalla sua prima infanzia, e mostra cose di quando era bambina, come il gioco dell’unicorno, i suoi primi premi, come una medaglia per la sua bella voce a scuola, la prima chitarra che ha usato , così come i disegni e le poesie che ha scritto durante la sua adolescenza.

READ  Previsioni su salute, amore e denaro

Mostra anche alcuni dei suoi abiti più famosi, dipinti dell’artista con disegni a olio e inchiostro, tre grandi mostri di pezza e una foresta colorata appesa al soffitto, in cui scorrono come una pioggia di sussurri frasi registrate dall’autrice stessa. Avvolgi lo spettatore in un ambiente magico.

Sulle pareti, stampate e scritte a mano, si leggono decine di versi e pensieri dell’autrice nel corso della sua vita.

La frase “Ti amo” ci invita a rivedere alcuni scorci della biografia di Mon Lafferty e, attraverso questi frammenti di memoria, rivelare quel posto nel mondo che l’artista occupa. Perché è da questo senso di appartenenza che le sue creazioni la smascherano”, spiega Beatriz Bustos, curatrice.

Ha aggiunto: “L’invito è quello di osservare con uno sguardo libero da pregiudizi, di viaggiare, esplorare e vagare per scoprire le motivazioni che muovono il tuo lavoro”.

La mostra, che apre la nuova stagione della GAM, sarà visitabile a Santiago per tutto il mese di gennaio ed è destinata a viaggiare prima attraverso il Cile e poi attraverso l’America Latina e il resto del mondo.

Molto colorata, a favore dei diritti delle donne, del collettivismo LGTBI+, della democrazia e del rispetto per ciò che è diverso, l’estetica di Mon Laferte, che vive in Messico, ricorda un’altra grande artista del 20° secolo, la messicana Frida Kahlo. EFE

gm/szg

(foto) (video)

� EFE 2023. La ridistribuzione e ridistribuzione di tutto o parte dei contenuti dei Servizi Efe è espressamente vietata, senza il previo ed espresso consenso di Agencia EFE SA