Novembre 27, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Navi di salvataggio migranti accusano l’Italia: “Non ho mai visto tanta umanità”

Aggiornato

Le organizzazioni non governative hanno denunciato il nuovo ordine del governo per aver lasciato centinaia di vite bloccate sulle barche.

Polemiche per il salvataggio di due migranti dall’Italia malate e quasi prive di sensiil mondo

Ogni sei ore una persona annega in mare cercando di raggiungere l’Europa. Quasi mille migranti che viaggiavano su imbarcazioni pericolose e sovraffollate sono stati salvati dalla sicurezza la scorsa settimana dopo che le autorità marittime hanno affermato che quattro diverse ONG li hanno salvati. Italia Y Malto Presta attenzione alle avvertenze generali Barche galleggianti Galleggiando nel Mar Mediterraneo.

Venerdì scorso, dopo 13 giorni di ricerca di un porto sicuro in Italia, alla nave della Ong tedesca Humanitarian One con a bordo 179 persone è stato concesso il permesso di attraccare a Catania. Ma quando sono arrivati, li aspettava una sorpresa. Solo donne, malati e bambini potevano lasciare la nave. Poche ore fa, il governo di estrema destra Georgia Meloney, Eletto lo scorso settembre, ha introdotto una nuova strategia di migrazione. Ministri dell’Interno, Matteo Piantossi, Difesa, Guido Croceto e Infrastrutture, Matteo Salvini (il motore della teoria dei porti ha chiuso tra il 2018 e il 2029, per il quale è ancora processato in tribunale) ha firmato un nuovo decreto L’Italia si prenderà cura solo dei più vulnerabili. Il governo transsalpino chiede gli abbonamenti delle navi per prendersi cura del “riposo” dei migranti e chiede alle Ong di lasciare le acque italiane. Il recupero “selettivo”, come denunciano queste organizzazioni, viola il diritto internazionale.

“Le condizioni della nave si stanno deteriorando”

Il giorno dopo, l’Italia ha offerto la stessa soluzione alla nave Geo Parents, di Medici Senza Frontiere, che ha sbarcato per lo più donne e bambini (357 persone). 215 uomini sono stati costretti a rimanere all’interno. Juan Matas Gil, capo delle operazioni di ricerca e soccorso della Ong, si chiede come e chi decide chi è vulnerabile quando le persone che hanno subito persecuzioni o maltrattamenti nei loro paesi di origine viaggiano su queste navi: il Senegal. “È arrivata una squadra di cinque persone: quattro medici e un’infermiera. Hanno trascorso circa cinque ore sulla nave, intervistando le persone. Come imparare 500 storie diverse in 5 ore? Hanno fatto valutazioni cliniche molto superficiali”, spiega.

La situazione sulla barca è più tesa. “I combattimenti iniziano e le cose peggiorano. Sono intrappolati sulla nave, alcuni per quasi due settimane”, spiega Gill. Gio Parents non ha intenzione di partire, come chiedono le autorità italiane. “Seguiamo la legge del mare. Il salvataggio termina solo quando tutti i sopravvissuti sono sbarcati. “Un’altra cosa è prolungare la sofferenza delle persone a bordo”, spiega al telefono. L’accesso alla stampa è limitato nel porto di Catania, I giornalisti possono accedere solo a 150 metri dalle barche.

“Vediamo come questo governo abbia adottato misure concrete per ostacolare i nostri sforzi di salvataggio. Stiamo coprendo il vuoto di responsabilità degli stati. Le persone stanno morendo e qualcuno deve reagire”, lamenta Gill, che dirige il team legale di Medici senza frontiere. Sta già studiando come impugnare il nuovo ordine che avvia i salvataggi selettivi.

Nel frattempo, questo lunedì, Salvini ha promesso che l’Italia avrebbe nuovamente chiesto il “ricollocamento” dei migranti in arrivo sulle sue coste e si è impegnato a consentire ai migranti di attraversare il Mediterraneo. “Sono viaggi organizzati”.

Sos Humanity, la cui nave ha ancora 35 persone, ha già annunciato la sua presenza Intraprendere azioni legali contro questa nuova norma. Il capitano della nave, Joachim Ebeling, ha condannato la selezione di coloro che erano “sani” e di coloro che erano assenti e potevano sbarcare come “arbitraria e effettuata in condizioni insufficienti”.

Un volontario si prende cura di diversi bambini
Un volontario si prende cura di diversi bambini a bordo della barca della ONG Mission Lifeline.SVERIN KPOTI

Nel frattempo, Ocean Viking (ONG SOS Mtiterranean) e Rise Above, della ONG tedesca Mission Lifeline, guidate dallo spagnolo Marco Antonio Martínez, sono in mare.

“Li ha lasciati sdraiati per terra”

Quattro persone sono state espulse ieri dalla nave in quelle che Martinez ha condannato come circostanze “sfortunate”. “I soccorritori sono venuti a prendere due donne che erano malate e quasi prive di sensi, una delle quali aveva segni vitali molto bassi”, dice Martinez al telefono.

“Sono venuti a prenderli senza nemmeno una barella, li abbiamo dovuti prestare, li hanno adagiati per terra, li hanno trattati molto male, volevano lasciare a bordo i loro mariti, abbiamo detto loro che era impossibile e non potevano separarsi quando è stato così, alla fine “sono state catturate tutte e quattro le persone. Non ho mai visto tanta umanità in nessuna operazione di salvataggio in Italia prima”, spiega il capitano.

La situazione a bordo era complicata. Il mare era così agitato che la barca doveva arrivare a pochi metri da terra. Ritorna più tardi. “Non capiscono niente, fino ad ora la situazione non era male, era calma, ma l’incidente di ieri è molto triste per loro. Volevano venire in Europa e non capivano che l’Europa li accettava così.dice Martinez.

Nel frattempo, non c’è ancora risposta alla loro richiesta di sbarco. Stessa procedura ogni giorno. Chiamano Salvamento Martimo, che chiede loro di inviare una mail al Ministero dell’Interno italiano. Poi silenzio. Ad ogni requisito, allegano un referto medico della nave. La situazione sta peggiorando, i bambini prendono freddo, freddo, è rimasto poco cibo, alcuni non vogliono nemmeno mangiare. I piccoli hanno smesso di tollerare cibi solidi. “Dico loro di resistere, stiamo insieme, ma sono esausti”, conclude Martinez.

Secondo il criterio di

Schema di fiducia

Scopri di più

READ  L'Ungheria ha superato l'Inghilterra; Italia e Germania sono in equilibrio