Aprile 12, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Nel 2023, le vendite globali di opere d’arte sono diminuite e il valore degli NFT è diminuito

Nel 2023, le vendite globali di opere d’arte sono diminuite e il valore degli NFT è diminuito

Gli NFT artistici stanno registrando un forte calo del 51% nella loro commercializzazione

Secondo lo studio annuale pubblicato mercoledì, le vendite d’arte nel 2023 sono diminuite del 4% a livello globale a 65 miliardi di dollari (59 miliardi di euro), con un forte calo del 51% nel marketing degli NFT artistici. Arte Basilea E la banca svizzera UBS.

Lo studio ha analizzato l’aumento dei tassi di interesse, l’inflazione e l’instabilità politica nella contrazione del mercato dell’arte globale, e ha evidenziato che il calo non ha sorpreso gli osservatori dopo due anni di forti aumenti durante il periodo post-pandemia.

“Sebbene il fatturato nel segmento dei prezzi alti sia stato inferiore, il livello degli affari a prezzi medi e bassi è stato mantenuto”, ha analizzato l'economista. Claire McAndrewL'autore del rapporto, che ha sottolineato che nel 2024 “la prospettiva cambierà, dalla crescita a tutti i costi alla ricerca di una crescita sostenibile e redditizia”.

Gli Stati Uniti sono rimasti il ​​principale mercato per l’arte, con una quota di mercato globale del 42%, anche se le vendite nel paese sono diminuite del 10% nel 2023, a 27,2 miliardi di dollari (24,8 miliardi di euro).

Al secondo posto la Cina, che ha beneficiato dell’allentamento delle severe misure di prevenzione contro il Covid, che mantiene il suo impegno nel 2022, e ha visto una crescita delle vendite del 9% nel 2023 a 12,2 miliardi di dollari (11,1 miliardi di euro), con l’apertura di grandi mostre e fiere.. In città come Hong Kong.

Il Regno Unito è sceso dal secondo posto nel 2022 al terzo posto lo scorso anno, con vendite in calo dell’8% a 10,9 miliardi di dollari (9,9 miliardi di euro).

Le vendite d'arte alle aste sono diminuite del 7% rispetto all'anno precedente

Le vendite dirette dei mercanti d'arte sono diminuite del 3% su base annua a 36,1 miliardi di dollari (33 miliardi di euro), mentre quelle realizzate alle aste, che nel 2022 hanno raggiunto livelli storici, sono diminuite del 7% nel 2023, a 25.100 milioni di dollari (22,9). miliardi di euro). Euro).

READ  Miley Cyrus e le allusioni (molto dirette) a Liam Hemsworth in "Flowers" Testi | Musicale

Anche Stati Uniti, Cina e Regno Unito guidano il settore delle aste, aggiudicando il 74% delle vendite all'asta, sottolinea lo studio, rilevando anche che il 53% delle vendite all'asta globali corrispondeva a opere del dopoguerra e contemporanee. pezzi. arte.

In controtendenza con la tendenza al ribasso di quest'anno, le vendite d'arte online sono aumentate del 7% a 11,8 miliardi di dollari (10,8 miliardi di euro).

Un aspetto di cui gli NFT artistici non hanno beneficiato, con un calo del 51% rispetto al 2022, portando il totale a 1,2 miliardi di dollari (1,1 miliardi di euro), meno della metà del picco raggiunto nel 2021 (2,9 miliardi di dollari pari a 2,6 miliardi di euro).

Nonostante ciò, lo studio ha evidenziato che il settore NFT (risorse digitali crittografate che danno un valore unico a un bene digitale) registra ancora vendite 60 volte superiori a quelle realizzate da questo mercato nel 2020.

Fontana: Evie.

le immagini: Evie (Sarah Janez Richards) EVI/EPA (Teresa Suarez) e Visuales Infobae.