Novembre 26, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Nel mezzo di una crisi energetica, l’Europa sta vivendo una “rinascita” di energia morta: il nucleare

Avresti dovuto avere un ottimo obiettivo da aspettarti alla fine di febbraio, quando Putin ha annunciato una “operazione militare speciale” in oblast I missili di Donetsk, Lugansk e Cremlino iniziarono a cadere sul territorio ucraino, anticipando la durata della guerra e soprattutto la sua portata. E non solo sul campo di battaglia. Le sue molteplici derivazioni si sono fatte sentire in economia e soprattutto in energia, alimentando una profonda crisi e creando un contesto favorevole allo scenario che i media e gli esperti chiamano “Rinascimento nucleare” in Europa.

I dati dipingono sicuramente uno scenario interessante.

Oltre 430 milioni di investimenti. Questo è il numero di “record” che –Verbale di Business Insider– Ho potuto raccogliere società nucleari emergenti dall’Europa per tutto il 2022 nel quadro del “rinascimento nucleare” accelerato dalla crisi. L’elenco completo include anche Ingegneria interessante, che elenca Una mezza dozzina di aziende Ciò ha reso i gruppi milionari.

Alcuni nomi propri. L’elenco mette in evidenza la società londinese Newcleo, che ha raggiunto Raccogli 315 milioni di dollari Per sviluppare i suoi primi piloti in Francia e nel Regno Unito. L’azienda lavora con Reattore veloce raffreddato al piombo Il suo obiettivo è rendere più economica la produzione di energia nucleare. Anche gli inglesi Energia Tokamak S Prima fusione di luce, con grandi gruppi. Il primo si concentra sui dispositivi tokamak e appena annunciato piani per il suo prototipo avanzato ST80-HTS; Seconde Promesse Un nuovo approccio all’integrazione. Il libro paga è completato dagli svedesi reattori al piombo freddo e i francesi Fusione rinascimentale.

Pallone ad ossigeno nucleare. Questa l’idea espressa durante un’intervista a Business Insider da Mounir Hassan, di Cameron McKenna Nabaru Ulswang LLP, fiducioso che “la rinascita nucleare di cui si parla da quindici anni finalmente accadrà”. Ha sottolineato che “la guerra russa in Ucraina e il suo successivo impatto sui prezzi dell’energia ha rafforzato la questione dell’energia nucleare”. Altri esperti, come Juan Matthews, dell’Università di Manchester, sottolineano il ruolo “È assolutamente necessario” dell’energia nucleare per supportare l’energia eolica offshore e afferma che le impronte di carbonio di entrambi sono simili, con livelli “estremamente bassi”.

READ  Twitter ha una strategia per impedire a Elon Musk di acquistare l'azienda

argomento ambientale. L’argomento utilizzato da Matthews non è nuovo ed è stato parte del dibattito molto prima che i carri armati russi avanzassero verso Kiev, ma con obiettivo di decarbonizzazione Già costante nel medio termine è fondamentale. Il Parlamento Europeo, infatti, ha classificato gas e nucleare come fonti di energia verdedi natura sostenibile.

La decisione va al di là di una questione di semplici termini o della profonda controversia che ha provocato ai suoi tempi con paesi come i Paesi Bassi, il Lussemburgo o la Spagna. La sua lettura più interessante è in realtà eminentemente pratico: Che entrambi i fornitori entrino nella classifica europea apre le porte a investimenti volti a combattere il cambiamento climatico. La decisione dell’UE, sì, ha una buona stampa. La Camera spiega che “l’inclusione di alcune attività del gas e del nucleare ha dei limiti di tempo” e “dipende da determinate condizioni”.

caso della Francia. Forse il caso più interessante ed esemplare è quello della Francia, Dotato di 56 reattori Forniscono circa il 70% dell’elettricità del paese. Già all’inizio dell’anno, ancor prima dello scoppio della guerra, Emmanuel Macron, Mi aspettavo un “rinascimento” Per il prezioso settore nucleare civile con l’obiettivo di raggiungere “indipendenza e libertà” in campo energetico.

“Per aumentare la produzione abbiamo bisogno, insieme alle rinnovabili, di catturare il filo della grande avventura atomica”, evidenziato. Il suo piano energetico per il 2050 è in realtà imperniato sull’energia eolica e nucleare e sta valutando la possibilità di costruire Sei reattori di nuova generazione EPR2, apri la porta per altri otto. La sfida non è facile. Nel 2022 c’è stato un “significativo calo” della produzione, a causa di fermi tecnici e problemi di corrosione, e il costo della manutenzione del reattore è aumentato drammaticamente dall’inizio del secolo, importo le cui spese sono state derivate dallo stoccaggio e dallo smantellamento dei rifiuti le piante stesse.

READ  L'ombra della regolamentazione avanza senza sosta nell'ecosistema "cripto"

E fuori dalla Francia. Dopo la crisi seguita al disastro di Fukushima in Giappone nel 2011, più paesi stanno scegliendo di espandere il proprio portafoglio di centrali nucleari, riavviare i reattori o sbloccare progetti che ai loro tempi erano paralizzati. Grafico Reuters ad agosto Una rassegna della scena internazionaleindicando ad esempio che il governo britannico nel mese di luglio ha dato il suo consenso alla centrale nucleare di Sizewell C situata nel sud-est del paese, oppure Comunicazioni belghe Con Engy nel mezzo di una crisi energetica per estendere l’uso del nucleare per oltre un decennio.

fuori dall’Europa, La Cina ha aggiunto 2,28 gigawatt Durante la prima metà dell’anno, le autorità hanno approvato tre nuovi progetti di generazione di energia nucleare all’inizio del 2022. In Corea del Sud, Yoon Seok Yeol ha anche annullato i precedenti piani dell’amministrazione di eliminare gradualmente l’energia nucleare. Ha promesso di aumentare gli investimenti nel settore.

La visione dell’Agenzia Internazionale dell’Energia. Un’altra prospettiva interessante, ovviamente, è Agenzia Internazionale dell’Energia (Agenzia Internazionale per l’Energia), che nel suo rapporto Prospettive energetiche mondiali 2022 Si prevede un aumento della produzione nucleare Significativamente entro il 2050 E almeno trenta paesi ne stanno aumentando l’uso. Per la tua cospirazione Scenario Politiche dichiarate La produzione nucleare globale dovrebbe aumentare da 2.776 TWh nel 2021 a 3.351 nel 2030, 3.897 nel 2040 e 4.260 entro la metà del secolo. Sì, la sua quota nella produzione totale di elettricità durante quel periodo è rimasta intorno al 10%.

Come definito nel Forum nuclearePer realizzare questo scenario, è necessario completare 120 GW di nuova capacità nucleare nel resto del decennio e conquistare altri 300 GW di nuovi reattori in più di trenta paesi tra il 2030 e la metà del secolo.

READ  Sabadell Bank ha rifiutato un'offerta di 1.200 milioni per la sua filiale britannica TSB

Foto di copertina: Lukáš Lehotský (Unsplash)