Settembre 25, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Netflix quota tra $ 7 e $ 9 al mese per il loro piano supportato dalla pubblicità

L’obiettivo è attirare gli abbonati che vogliono vedere alcuni annunci a un canone mensile inferiore. Mentre il pioniere della trasmissione televisiva si prepara a presentare Primo annuncio Invece, cerca di trovare un delicato equilibrio tra il raggiungimento di un consumatore più attento ai costi offrendo allo stesso tempo un’esperienza piacevole.

Il gigante dello streaming prevede di vendere circa quattro minuti di pubblicità all’ora per il servizio supportato dalla pubblicità, molto meno della maggior parte dei suoi colleghi, secondo le persone che hanno familiarità con i piani dell’azienda.

L’azienda mostrerà annunci prima e durante alcuni spettacoli, ma non dopo. Le persone, che hanno rifiutato di essere identificate perché le discussioni sono private, hanno detto che ha anche detto agli inserzionisti che vuole fare accordi più piccoli in anticipo per non promettere troppo e inondare gli spettatori con gli annunci.

Rilascio e piani di continuità

Netflix sta cercando di introdurre la sua nuova opzione più economica negli ultimi tre mesi dell’anno in almeno sei mercati. La società ha affermato che il lancio completo potrebbe dover attendere fino all’inizio del 2023. I dettagli del servizio hanno iniziato a trapelare Netflix Incontra partner commerciali.

L’azienda si è da tempo commercializzata come un’alternativa alla TV via cavo adatta ai clienti, dove le persone possono guardare programmi TV e film su richiesta e senza pubblicità. Tuttavia, le perdite di abbonati nella prima metà di quest’anno hanno costretto la direzione ad adottare finalmente l’annuncio.

Il nuovo livello potrebbe generare 8,5 miliardi di dollari all’anno a livello globale per Netflix entro il 2027, inclusi i canoni di abbonamento e la vendita di annunci, secondo la società di consulenza sui media Ampere Analytics.

READ  Wordle avrà un gioco da tavolo di Hasbro

Molte reti via cavo eseguono tra 10 e 20 minuti di annunci all’ora. La maggior parte dei servizi di streaming offre meno del cavo. Alcuni, come Hulu, frustrano gli spettatori mostrando lo stesso annuncio più e più volte.

partner di progetto

Gran parte di questo lavoro sarà svolto da Microsoft, che ha acquisito il diritto di essere il partner esclusivo per la tecnologia pubblicitaria e di vendita di Netflix. Il gigante della tecnologia ha poca esperienza nelle trasmissioni televisive, ma negli ultimi anni ha costruito un business pubblicitario da 10 miliardi di dollari.

Netflix è in trattative con produttori di film e TV, mentre Microsoft sta parlando con diverse agenzie pubblicitarie e fornitori di tecnologia. Le società si sono inoltre incontrate congiuntamente con alcune agenzie pubblicitarie.

L’azienda di streaming non ha fatto previsioni su quante persone pensa si impegneranno a livello di pubblicità, né ha detto quando inizierà a consentire a terze parti di misurare i suoi spettatori, ha protetto le metriche del suo pubblico che afferma di essere proprietaria e fornisce è un vantaggio competitivo.

piattaforma pubblicitaria

Netflix sta entrando nella pubblicità più o meno nello stesso periodo di Disney+, il suo più grande concorrente. Mentre la Disney sta aumentando il prezzo del suo piano principale e mantenendo il prezzo attuale per la sua versione supportata dalla pubblicità, Netflix sta già abbassando il prezzo del suo servizio.

La leadership di Netflix ha iniziato a prendere decisioni su quali programmi conterranno pubblicità e quali no. La società non mostrerà annunci negli spettacoli per bambini, almeno non all’inizio, e non mostrerà nemmeno annunci durante i suoi film originali. La società vorrebbe visualizzare annunci pubblicitari su molti dei propri programmi televisivi.

READ  Il video di Elizabeth Olsen in cui aveva predetto 7 anni fa cosa sarebbe successo in "Doctor Strange 2"

Studios come Sony, Universal e Warner Bros. sono contenti. E la Paramount addebita a Netflix di inserire annunci su vecchi film o programmi TV originariamente trasmessi con annunci. Sono meno desiderosi di consentire gli annunci nelle offerte più recenti.

Nel frattempo, gli inserzionisti celebrano la decisione di Netflix. La crescita di servizi senza pubblicità come Netflix, Amazon Prime e Disney+ ha innescato una crisi esistenziale tra i marketer. Temevano che la televisione, un tempo il più grande settore pubblicitario del mondo, fosse inghiottita da servizi che non mostrano pubblicità.

Un’agenzia ha previsto che la quantità di tempo che le persone trascorrono a guardare video supportati da pubblicità diminuirà del 6% entro il 2025. Ora che Netflix e Disney+ sono entrati in campo, affermano che aumenterà effettivamente dell’1%.