Ottobre 6, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Non demonizziamo l’uso economico dello spazio pubblico | Globalismo

E ilNelle città del mondo come Londra, Madrid, Barcellona, ​​​​Parigi, Buenos Aires o San Paolo hanno una legislazione completa che consente ai residenti e ai turisti di utilizzare gli spazi pubblici e ci vengono date cartoline per le persone che prendono un caffè all’aperto o acquistano in splendidi chioschi che indicano ordine e convivenza sociale. A Cartagena, invece, ha suscitato scalpore l’intenzione dell’amministrazione del distretto di organizzare attività per l’uso economico degli spazi pubblici. Le voci populiste hanno incoraggiato idee sbagliate in alcuni settori informali a cui è stato fatto credere che avrebbero perso opzioni e diritti di lavoro. Niente è più lontano dalla realtà.

Ho studiato attentamente la proposta del governo Dao e non sembra così male come stanno cercando di immaginare. Al contrario, con emendamenti può essere l’occasione per integrare la normativa esistente che avevo nel 2014 quando ero direttore dello spazio pubblico, per essere approvata dal consiglio di contea che stabilisce un quadro normativo per gli usi negli spazi pubblici.

Con Conpes 3718 del 2012, il governo ha emanato la Politica nazionale per lo spazio pubblico che impone agli enti locali di regolamentare tutti gli usi economici, non solo perché evita di continuare a ignorare la realtà del Paese in cui lo spazio pubblico viene sfruttato senza regolamentazione, ma afferma anche che gli individui possono pagare il proprio mantenimento riconoscendo che le risorse pubbliche sono sempre più limitate, mentre i parchi e le piazze si stanno deteriorando.

Ora, lo spazio pubblico è il luogo in cui l’uomo sviluppa la sua vita sociale, commerciale, culturale e politica; Appartiene a tutti noi, e quindi nessuno può coglierlo. Ciò non significa che le attività rigorosamente regolamentate non possano essere svolte entro limiti e standard chiari. Ricordiamoci che il diritto ci permette di organizzare le attività umane in modo giusto e razionale attraverso usi, usi e abitudini. Ecco perché pretendere che gli eventi e le attività di utilità economica siano stati completamente eliminati è un grave errore; In caso di incoerenza nell’applicazione delle norme e dei diritti collettivi, si preferisce una soluzione realistica a un’idea proibizionista.

READ  Ikea presenta un'invenzione che trasforma il tavolo del soggiorno in una base di ricarica wireless

Fingere di demonizzare l’uso economico degli spazi pubblici è un’idea che ignora il fatto che centinaia di posti di lavoro ufficiali vengono creati da ristoranti e caffè della città, dimenticando che grazie a ciò decine di artisti e venditori famosi hanno un pubblico e clienti assicurati che un turista che viene nella nostra affascinante città preferirebbe godersi lo spazio del patrimonio e vivere la città all’aria aperta. È un circolo virtuoso dell’economia locale che funziona per tutti se ci dedichiamo a costruire e non a contrastare tutto ciò che comporta il miglioramento della nostra città.

* Avvocato e Master in Pubblica Amministrazione. Consulente in materia sociale.