Ottobre 19, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Non penserò all’indirizzo fino all’ultima fermata a Long Beach

Con la sua terza vittoria stagionale a Portland domenica scorsa, Alex Ballou Hanno un margine di 25 punti sul messicano, Patricio Ord, da Arrow McLaren SP-Chevrolet, 34esimo due volte campione, Joseph Newgarden, Dell Team Penske Chevrolet.

Ora, con un margine di 49 punti sul compagno Ganassi, Scott DixonPalou deve solo finire la gara davanti al sei volte campione nella gara di questo fine settimana Weathertech Raceway Laguna Seca Eliminarlo dalla lotta per il titolo.

Nonostante ciò, Ballou ha insistito affinché seguisse il vecchio adagio di prendere una sessione alla volta e non aspettarsi i risultati finali. Non ha esperienza a Laguna Seca o Long Beach a causa della cancellazione di entrambe le gare a causa della pandemia di COVID-19 nel 2020, ma ha provato la prima ed è incoraggiato dal ritmo della squadra in una gara solida che ti lascia in un “rilassato ” posizione sulle strade di Long Beach.

“Stiamo pensando alla gara, e fino all’ultima tappa a Long Beach, non penseremo a ciò di cui ho veramente bisogno per vincere questo campionato”, ha detto. “Laguna Seca ci farà bene, ci abbiamo provato e mi sento forte”.

“È un circuito permanente e quest’anno abbiamo litigato in entrambe le gare di questo tipo, quindi mi sento molto forte al riguardo”.

“Long Beach sarà divertente ed emozionante, ma non c’è niente che io possa fare al riguardo. Non ci sono mai stato. Tutti i miei concorrenti sono stati lì e hanno vinto delle gare, quindi è un po’ spaventoso, ma spero di poterlo fare bene in Laguna per essere più Riposo a Long Beach.”

“Quest’anno è stata un po’ dura per noi nelle prime gare sui circuiti cittadini, ma abbiamo ottenuto un podio a Detroit e ci siamo qualificati per il terzo posto a Nashville. Sì, siamo veloci anche sui circuiti cittadini”.

READ  Lasarte invita Diaz a sostituire Mina per le partite del Cile di ottobre

Nonostante la sua attenzione per i singoli e le sessioni di gara, Ballou ha ammesso che i pensieri sul titolo gli avevano attraversato la mente, ma due disgrazie gli hanno impedito di pensare di averlo davvero fatto.

“in un Corso Indy Road [el mes pasado]Quando avevo quattro anni, mi sono detto: ‘Questo è troppo buono per me, questo è troppo buono per noi’, e improvvisamente il motore si è spento.

“Non si sa mai. IndyCar È molto competitivo e soprattutto quest’anno è molto vicino, perché in questa gara siamo passati da 10 punti di distacco a 25 punti di vantaggio”.

“Penso che siamo nella lotta, siamo ovviamente nella lotta. Ma anche a Long Beach, non sapremo davvero chi sia.”

Riferendosi a Portland, dove ha perso la sua pole position nel caos del Round 1 e poi ha affrontato un pesante calcio di rigore per saltare il Kekan, permettendo a Oward di prendere il comando, ha detto: “Penso che molte persone dopo quello dal primo round pensavano che vincesse Pato e perdessimo 40 punti, ed è stato il contrario”.

“Ecco perché IndyCar è IndyCar, è così bello. Penso che questo renda le corse molto eccitanti e anche il campionato molto eccitante fino alla fine”.

Ballou ha accreditato il suo compagno di squadra, il sette volte campione NASCAR Jimmy Johnson, per avergli dato consigli su come concentrarsi mentalmente a breve termine, in ogni singola sessione.

Ha detto: “Penso mentalmente, quando le cose vanno bene, è molto facile concentrarsi. Non ho bisogno di pensare troppo o fare qualcosa di diverso, perché tutto sta andando bene. Finché continuo a esibirmi in pista, tutto si risolverà da solo.” In questo momento non mi costa nulla.”

READ  Francona è fiduciosa che sarà con gli indiani entro il 2022

“Potrebbe costarmi un po’ a Long Beach, ma allo stesso tempo Jimmy mi ha aiutato moltissimo. Dopo la gara di Indy, mi sono seduto con lui e mi ha detto che nella sua carriera NASCAR, ha avuto momenti del genere e che è ancora vincendo».

“Dimmi qualche trucchetto. Ha fatto lo stesso dopo Gateway. Spero che riusciremo a portare a casa il campionato”.

Ballou, che ora ha vinto due circuiti mai disputati nella stagione junior, Barber Motorsports Park e Portland, ha attribuito il suo successo alla squadra lì.

“Ci hanno dato una macchina davvero buona. Ho ottenuto la mia prima pole in IndyCar. Scott è arrivato terzo. [en Barber y Portland]. Quindi avere due auto sul podio dimostra che possedevamo una buona macchina”.

“Penso che stiamo andando molto bene sul simulatore HPD con Honda e stiamo lavorando sodo. Sì, sta funzionando e sta dando i suoi frutti sulla strada giusta, quindi continueremo a fare quello che stiamo facendo”.

“Dobbiamo cercare di ottenere qualche vantaggio a Laguna. Sappiamo di avere una buona macchina lì e lo dico perché ci ho provato con questa macchina. Conosco la pista e so che possiamo essere forti lì”.

“Quindi andremo sessione dopo sessione e cercheremo di ottenere punti davvero importanti a Laguna. Speriamo di poter ottenere un’altra vittoria, e poi vedremo cosa succede a Long Beach”.

Leggi anche: