Settembre 25, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Notte oscura per il Biceleste

Vittoria amara per l’Argentina nella semifinale di Finalissima. La Spagna ha vinto in una partita confortevole poiché in realtà era in vantaggio nel primo tempo di due gol. L’Argentina alla fine ha cercato di colmare il divario, ma non è stato sufficiente. Campos, con due gol, e il portiere Didak sono stati i capocannonieri di questa emozionante partita.

La partita con l’Argentina non è iniziata nel migliore dei modi. Da quando l’arbitro, Gene Coelho, ha fischiato d’inizio, la squadra bianca ha visto come la marea rossa ha iniziato a dominare la partita. L’Argentina è stata molto sopraffatta e Ria e Lozano sono stati molto attivi sul punto di attacco. La Spagna ha giocato al suo ritmo, tocchi veloci al centro del campo per trovare la superiorità numerica nel due a uno. L’Argentina ha resistito all’attacco nel miglior modo possibile, ma il disastro doveva arrivare presto.

La schiena dell’Albiceleste tende a non sbagliare molto. Claudio e Polo sono, in generale, dietro l’assicurazione sulla vita. Tuttavia, vale la pena dimenticare il primo tempo. Sarmiento ha dovuto presentarsi due volte prima della porta, ma non ha potuto fare nulla per la Spagna per aprire le marcature. Il nuovo arrivato Campos ha sorpreso l’intera difesa argentina arrivando in seconda fila per porre fine al rifiuto del portiere argentino. Un regalo in futsal ai massimi livelli può essere costoso e l’Argentina ha sofferto.

I primi spagnoli non hanno demolito il morale del palazzo, si sono piegati per trovare i tavoli, ma si sono visti staccati dal nervosismo per sbagliare ancora. I bianchi ci hanno provato di tutto, ma non sono riusciti ad aprire spazi nella difesa spagnola. Quelli di Lucuix cadranno di nuovo sulla tela con la debolezza di Campos. Nel primo movimento di tracciamento del bersaglio, il giocatore arriverà la seconda volta per completare il rimbalzo di Sarmiento nel cuore dell’area. Con quasi tutto il pesce esaurito, l’Argentina ha perso un bel po’ prima della pausa.

READ  Il Patricio Award vince il titolo IndyCar in Iowa, aggiunge la sua seconda vittoria della stagione 2022 e lotta per il titolo

All’inizio del secondo tempo, i ruoli del gioco sono cambiati drasticamente. L’Argentina ha afferrato il testimone per distruggere la Spagna sul loro campo quasi dal primo minuto. Il rosso era tornato. Gli spagnoli hanno assistito alla morte di Albiceleste e non hanno avuto proprio niente da perdere con tutto per il primo gol. A breve sarà presente il tecnico argentino Basile per ricoprire il ruolo di portiere e giocatore, regalando così ai locali un vantaggio numerico nella partita. L’Argentina ha mostrato tutto il suo istinto animalesco, ma non è bastato. Herrero ha reso la notte amara per gli argentini, coprendo due occasioni per un’occasione che è riuscita a ottenere l’Albiceleste.

Con quasi nessun tempo sul tabellone segnapunti, l’Argentina ha commesso errori nella costruzione del gioco. Errori La Spagna ha provato ad approfittare con tiri dalla distanza sulla porta vuota di Albiceleste. Come se fosse una partita di tiro nel fango, la Spagna è scivolata via dalla disperata difesa dell’Argentina tre volte per segnare il terzo gol. Sarà però Didac a ribaltare la svolta colossale con un superbo gol da porta a porta a circa tre secondi dall’inizio del fischio. La Spagna riuscì a domare la bestia e divenne un buon candidato per il titolo di Finalissima.