Maggio 24, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Nove leader IT su 10 ammettono di essere sotto pressione a causa delle nuove tecnologie;  AI e ML, di cui la maggior parte

Nove leader IT su 10 ammettono di essere sotto pressione a causa delle nuove tecnologie; AI e ML, di cui la maggior parte

Secondo un nuovo studio IDC, quasi nove leader IT su 10 ammettono di ricevere pressioni per implementare o utilizzare nuove tecnologie nelle loro organizzazioni, principalmente dagli stessi CEO.

Il rapporto, richiesto da Google Cloud, afferma che le tecnologie chiave che l’IT ritiene più importanti da implementare o utilizzare sono le soluzioni di intelligenza artificiale (AI) e machine learning (ML); IaaS nei cloud pubblici e privati, nonché big data e analisi intelligenti.

Solo l’11,6% dei leader IT di 112 aziende messicane con un numero di dipendenti compreso tra 500 e 10.000 nei settori finanziario, manifatturiero, della vendita al dettaglio e dei servizi professionali ha dichiarato di non sentire alcuna pressione per implementare nuove tecnologie.

Il resto subisce la pressione del CEO (33%), del settore o dei concorrenti (23,2%), dei colleghi (21,4%) e dei partner esterni (10,7%).

Presentando lo studio, durante il 2° vertice di Google Cloud Mexico a Frontón México, Claudia Medina, leader di IDC Software, ha spiegato che la pressione non proviene da una regione, ma è “una combinazione di diverse regioni”.

Più vicini alla pubblica amministrazione

Secondo lo studio condotto tra i manager IT in Messico, anche il ruolo dei leader IT si è evoluto: l’84% di loro ora lavora a stretto contatto con il CEO. Sottolinea inoltre che un quarto del suo tempo è infatti concentrato sulla strategia e solo il 16% sulle operazioni.

“La maggior parte afferma che trascorrere del tempo di qualità con il CEO è molto focalizzato sulla strategia e non solo sull’abilitazione della parte tecnologica. “Abbiamo identificato una buona percentuale di CEO che si concentrano sulla comprensione delle questioni IT da una prospettiva strategica”, ha spiegato Medina.

READ  Team building unico e originale grazie a VR AIRSOFT

Per quanto riguarda il processo decisionale, il 96% partecipa al processo. La maggioranza (32,4%) afferma di avere una voce efficace, essendo uno dei principali motori del processo, seguita dal 29,6% che afferma di essere il principale decisore.

“Più del 50% ha un impatto abbastanza significativo su ciò che accade”, ha aggiunto l’analista di IDC.