Novembre 28, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Omigron ha raggiunto il suo apice?

La diffusione di Govit-19 in Italia sta rallentando e le curve epidemiche mostrano che c’è un plateau di epidemie che raggiungono il picco e poi si attenuano.

C’è un esempio molto incoraggiante in Sud Africa dove la variante Omigran è stata scoperta il 26 novembre. Il suo grande potenziale di infezione ha innescato la diffusione del virus. Corona virusMa sono passate almeno due settimane Il peggio è passato.

In Europa, Gran Bretagna e altri paesi si è parlato del picco L’onda scende lentamente.

A partire da questo lunedì, in Italia sono stati segnalati 82.403 casi e 287 decessi, con gli italiani che hanno chiamato 542.000 “discariche” (swap) invece di almeno 1.200.000 restrizioni nel mezzo poiché durante il fine settimana vengono effettuati meno controlli delle infezioni. Della settimana.

Ma il “raffreddamento” della curva di infezione è evidente.

“Ci raggiungerà tutti”

Ómicron ha cambiato le cose. In Italia stanno esplorando una riorganizzazione del sistema di diversificazione e strategie per ridurre la burocrazia con operazioni lampo.

Il viceministro della sanità pubblica PierPaolo Sileri ha detto alla televisione: “Le regole saranno cambiate e semplificate molto presto”.

In prima linea una farmacia di Milano per il test del corona virus a inizio gennaio. Foto: A.P.

“Quando le infezioni scompaiono, è importante distinguere tra positivi e infettivi. I lati positivi non sono malati”, ha chiarito.

“Non è un conteggio positivo, ma stanno andando in ospedale perché avvertono i sintomi e hanno bisogno di aiuto”, ha aggiunto Celery.

Il viceministro ha intimidito il pubblico annunciando: “Omigron ci raggiungerà tutti e non sfuggirà. Entro la fine di quest’anno, entro il 2022, se non fosse arrivata un’altra variante, non c’è dubbio che la quasi totalità della popolazione italiana ( 60 milioni di persone) avrebbero scoperto la variante Omigron”.

Il sedano ha spiegato e promesso.Coloro che sono vaccinati saranno più protetti E soffriranno di una forma lieve, di una malattia simile alla febbre o niente.

Ma ha avvertito: “Coloro che non sono vaccinati hanno un rischio maggiore di finire in terapia intensiva”.

Il Organizzazione mondiale della Sanità Elogiata l’azione italiana contro il virus. Ha detto che la penisola si stava avvicinando al picco di una quarta ondata del virus corona dominato da Omigron. “In altre tre settimane raggiungerà il 100% in più di localizzazione rispetto alla variante delta”. È meno contagioso, ma è più pericoloso”.

L’OMS ha affermato che l’Italia sta perseguendo una strategia migliore Vaccinazioni di massa E l’uso delle mascherine. Già l’87% delle persone di età superiore ai 12 anni è stato vaccinato.

La scorsa settimana 220mila contagi non hanno raggiunto il picco in un solo giorno Come nelle due settimane precedenti.

La furia dello sviluppo dell’epidemia ha portato il numero delle vittime a due milioni e seicentomila in un mese, portando il numero totale dei decessi dall’inizio a oltre 141mila, con una crescita giornaliera dei decessi di quasi 80 mille. Infettivo.

La sola Gran Bretagna, con oltre 150.000 morti, supera l’Italia in Europa.

Il viceministro Celeri ha dichiarato: “L’epidemia sta cambiando ed è per questo che la comunicazione dei dati deve essere aggiornata”.

“Presto dovremo cambiare le regole per la gestione degli ospedali”, ha detto, aggiungendo che nel fine settimana sono stati raggiunti 18.719 pazienti ricoverati e 1.691 pazienti in terapia intensiva.

READ  Cecilia Benza giocherà in Italia - Polideportivo

Il Il sistema sanitario resiste alla fatica Ma ha ancora una vasta gamma di letti e letti di terapia intensiva per la cura dei pazienti.

Gli operai non sono venuti a causa del governo

Il fattore umano colpisce sempre di più: 40mila medici, infermieri e altro personale non sono soli a causa del contagio oa stretto contatto con la persona colpita. Fino a sabato erano stati segnalati 1.800 casi tra medici e infermieri.

Crea un numero più ampio e crescente di vittime Supportare problemi nel sistema commerciale, commerciale e dei trasporti.

Centinaia di treni sono stati cancellati nel nord Italia a causa della malattia di centinaia di ferrovieri.

A Roma, i 1.300 autisti di autobus dell’azienda di trasporto pubblico e sei macchinisti di metropolitana e uno di ferrovie sono rimasti isolati e non hanno lavorato.

Venti regioni italiane preferiscono un sistema più attivo per coloro che dipendono dal proprio lavoro per l’ingresso o l’uscita per infezione o isolamento.

L’area Emilia Romagna ha avviato un sistema di controllo con antigeni a risposta rapida, anche se non sicuro come i monocloni tradizionali.

Dopo cinque giorni di isolamento domiciliare, le Regioni propongono un sistema che stabilisce che “tutti sono liberi” per chi non soffre dei sintomi che richiedono naturalmente il ricovero.

Scuole aperte

Questo problema sta generando un grande dibattito nel caso delle scuole in cui il governo ha promesso di continuare a operare. In Italia le questioni educative sono considerate sacre, la prima fuga per le famiglie.

Il ministro dell’Istruzione Patricio Pianchi, profondamente consapevole dei problemi della scuola, è intervenuto lunedì, ricordando che “anche una settimana dopo la riapertura delle scuole, la gloriosa catastrofe annunciata non ha funzionato”.

READ  Uniti realizza le grandi distese d'Italia e la tua storia

Più di 2.000 direttori di scuole elementari e medie hanno chiesto l’estensione delle ferie invernali fino alla fine del mese. Ma il governo si è opposto ed è rimasto coinvolto nella strategia di “apertura del Paese”.

L’epidemia rende più sottili i banchi delle scuole, ma gli educatori hanno notato anche la presenza di insegnanti, professori e personale non docente.

Il ministro Pianchi ha detto che ci sono questioni di “segregazione per zone” ma le scuole hanno riaperto ed è stata riaffermata la convinzione che “la scuola è un elemento fondante, un diritto”.

Secondo Roman Morning Ambasciatore, Sette classi su dieci utilizzano un sistema didattico misto per affrontare migliaia di studenti che seguono le lezioni da casa tramite chiamate didattiche su larga scala.

Alla scuola “Newton” di Roma, la direttrice Christina Costerelli ha detto che 90 studenti sono stati colpiti e altri 200 sono stati isolati.

“Il sistema ibrido non esiste”, odiava. “Gli studenti stanno perdendo tempo, gli insegnanti stanno cercando di portare a termine la lezione per più di un’ora”, ha spiegato.

Ministero della Pubblica Istruzione Combatti per vaccinare tutti nella classe, Che è l’80% di studenti. Lascia le prese in giro a distanza a chi sceglie volontariamente di non vaccinarsi. “Ci dovrebbe essere una garanzia di presenza scolastica”, ha detto il ministro Bianchi.

Roma, giornalista

CB