Ottobre 6, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Operazione London Bridge: cosa succede dopo la morte della regina?

Londra – La morte della regina Elisabetta II lanci Procedura meticolosamente pianificata e coordinata Organizzato da palazzo, governo, media, autorità locali e dalla stessa regina da molto tempo.

Nel mezzo del lutto pubblico, del lutto nazionale e delle bandiere a mezz’asta, ci sarà un passaggio di potere e una celebrazione nazionale, nota come Operazione London Bridge, che occuperà l’agenda del paese per giorni e durerà per mesi fino all’incoronazione del un nuovo re.

“Dal momento in cui la regina è diventata regina, Whitehall ha iniziato il processo di pianificazione di ciò che sarebbe accaduto dopo la sua morte”, ha affermato Philip Murphy, professore di storia britannica e del Commonwealth all’University College di Londra.

Molti dettagli sono stati pianificati minuto per minuto e alcune cose sono già state fatte. Quando il mondo seppe della morte della regina, suo figlio Carlos era già diventato re. Secondo la legge britannica, il momento della morte del re è il momento in cui l’erede diventa re.

L’inno nazionale si chiamerà di nuovo “God Save the King”.

“Penso che sarebbe uno straordinario shock psicologico per gli inglesi”, ha detto il professor Murphy. “A questo punto, devi praticamente avere settanta o ottant’anni per ricordare un momento in cui la regina Elisabetta non era sul trono”.

Molti dettagli sulla pianificazione per la morte della regina sono stati rivelati in Indagine di The Guardian pubblicata nel 2017 Fece un piano per le ore ei giorni successivi. Dall’inizio del secolo, questo processo viene discusso due o tre volte l’anno negli incontri tra il governo, i funzionari di palazzo, la polizia, l’esercito ei media. A volte lo denuncio.

Secondo il piano, la morte della regina sarà riportata con la frase simbolica: “Il ponte di Londra è caduto”.

Il segretario privato della regina, Edward Young, era responsabile della consegna del messaggio al Primo Ministro.

Il Foreign Office si è quindi incaricato di trasmettere il messaggio ai leader del Commonwealth, un’organizzazione composta in gran parte dalle ex colonie dell’Impero britannico, che comprende 15 paesi in cui il re detiene anche il capo di stato. Carlos, come nuovo re, divenne capo dello stato dei regni governati da sua madre.

“Sarà solo una trasmissione automatica, qualunque siano i sentimenti popolari al riguardo”, ha detto Murphy. “Chi le succederà diventerà re del Canada, re d’Australia e re di Tuvalu.”

Secondo la pianificazione precedente, i media di tutto il paese e di tutto il mondo hanno appreso della morte della regina allo stesso tempo. Tuttavia, la notizia è apparsa per la prima volta in un post su Account Twitter della famiglia reale e sul suo sito web, prima di essere inviato alle testate giornalistiche di tutto il mondo dalla British Press Association.

READ  L'ultimo viaggio di Jean Paul Belmondo - Prensa Latina

La BBC ha suonato l’inno nazionale poco dopo l’annuncio e ha mostrato un’immagine della regina, seguita da un’immagine dello stemma reale su uno schermo nero e dalla frase “Regina Elisabetta II”.

La bandiera di Buckingham Palace è stata abbassata a metà del personale. Seguendo la tradizione decennale delle dichiarazioni reali, un avviso è stato affisso su un cartellone pubblicitario fuori dalla residenza ufficiale, Buckingham Palace.

Il telegiornale era ben preparato, con la rigorosa veste del lutto e la copertura della vita della regina già pronta. Il Paese sta ora entrando in un periodo ufficiale di lutto che durerà fino a dopo il funerale della regina, che dovrebbe aver luogo 10 giorni dopo la morte della regina ed è un giorno festivo.

Sebbene il potere politico del re sia in gran parte simbolico, la monarchia svolge un ruolo costituzionale, quindi molte formalità verranno espletate nel rispetto delle linee guida reali. Secondo il protocollo, entro 24 ore dalla morte della regina, i legislatori in Parlamento presteranno giuramento di fedeltà al nuovo re.

Il tavola da incollare, un corpo cerimoniale, sarà chiamato a St James’s Palace, residenza reale situata vicino a Buckingham Palace, per annunciare formalmente il nuovo re. Il primo consiglio privato si terrà durante il regno di Carlos.

Carlos farà quattro tradizionali dichiarazioni pubbliche quando entrerà in carica. Alla prima riunione del Privy Council farà una dichiarazione di apertura personale e politica. In passato, ciò avveniva in una festa a porte chiuse e il testo è stato successivamente pubblicato Gazzetta di Londral’organo ufficiale di governo.

Ma il documento programmatico dice che la TV può essere trasmessa.

Seguiranno procedure più formali, la maggior parte delle quali sarà limitata nella durata a quanto prescritto dalla legge e che storicamente ha contribuito a gettare le basi del moderno stato britannico.

Charles presterà giuramento per difendere la Chiesa di Scozia durante il primo Privy Council e confermerà i tempi del funerale della regina. In seguito avrebbe prestato giuramento sulla Dichiarazione di adesione, un voto a sostegno di una linea di successione protestante consolidata, che di solito viene presa alla successiva apertura formale del Parlamento. Infine, presterà giuramento di incoronazione, che include la promessa di difendere i diritti e i privilegi della Chiesa d’Inghilterra.

READ  Shakira e Piqué | Le ultime notizie sulla loro separazione e le prime foto post-rottura

Alle ore 11 del giorno successivo alla morte della regina, un proclama che proclama ufficialmente il regno del nuovo re, che sarà impersonato in tutto il Paese, sarà letto per primo dai missionari che arriveranno a cavallo vestiti con le divise che risalgono all’Oriente . Per leggere le notizie a Trafalgar Square e poi alla Royal Stock Exchange di Londra.

Due giorni dopo la morte della regina, secondo il piano, la dichiarazione sarà letta ufficialmente nelle capitali del Regno Unito: Edimburgo; Cardiff, Galles; e Belfast, nell’Irlanda del Nord, e più tardi, sindaci anziani in abiti tradizionali daranno la notizia nelle città e nei villaggi di tutto il paese.

Da anni sono in corso piani anche a livello locale. L’Associazione nazionale degli ufficiali civili ha rilasciato un quadro per i funzionari locali che traccia ogni dettaglio dal momento in cui suonano le campane (pieno o mezzo smorzato il giorno dell’annuncio, a seconda delle direttive del governo) Consiglio Centrale della Chiesa dei Bell Rangers) dagli abiti indossati dai funzionari locali alla carta usata nei libri funebri.

Le bandiere in tutto il paese saranno abbassate a metà personale e rimarranno tali fino alla mattina dopo il funerale della regina, con un’eccezione. Il giorno dell’annuncio le bandiere saranno sventolate fino alla sera successiva per poi essere riconsegnate a metà personale.

Dopo l’annuncio del nuovo re, l’attenzione tornerà sui funerali del re che ha servito il Paese per più tempo.

Inaudito del protocollo e dello sfarzo che circonda la morte e i funerali delle regine in Gran Bretagna, le morti della principessa Diana, della principessa Margaret e della regina madre fanno parte della memoria nazionale collettiva. Molti hanno paragonato la morte del marito di Elisabetta, il principe Filippo, nel 2021, a Prove per l’immancabile main event.

Tuttavia, la morte di un sovrano è una perdita ancora più significativa ed è qualcosa che non vediamo da 70 anni, dalla morte del padre di Elisabetta, re Giorgio VI. Mentre il processo che circonda il suo funerale offre alcune indicazioni su come si svolgeranno i prossimi giorni, guardare indietro può solo fornire un’idea parziale di quali eventi si svolgeranno.

La bara della regina dovrebbe giacere nella sala del trono di Buckingham Palace per quattro giorni dopo la sua morte, prima di essere portata in mostra ufficiale alla Westminster Hall, dove rimarrà fino al funerale. La bara sarà collocata su una piattaforma rialzata ricoperta di un maestoso viola, e La tradizione comanda Ogni angolo della piattaforma sarà sorvegliato 24 ore al giorno.

È probabile che i membri del pubblico possano entrare e rendere omaggio e nei prossimi giorni è previsto che i dignitari internazionali si rechino a Londra. I funerali della regina si terranno presso l’Abbazia di Westminster.

La mattina del funerale di Elisabetta, mentre la sua bara si ferma all’ingresso della chiesa alle 11 dopo una breve processione, il protocollo indica che la nazione sarà invitata al silenzio per un momento di contemplazione. Dopo il funerale, il sarcofago della regina dovrebbe essere collocato nella stessa carrozza verde che trasportava le bare dei suoi antenati, in una processione finale attraverso il Mall, che corre tra Buckingham Palace e Trafalgar Square.

Proseguirai quindi verso il Castello di Windsor, a circa 23 miglia di distanza, il luogo di riposo di quasi tutto il dominio britannico dai tempi di Giorgio III. Elisabetta sarà sepolta insieme ai suoi antenati della famiglia reale nella Cappella di San Giorgio.

Il marito della regina, il principe Filippo, è stato sepolto lì nell’aprile 2021 dopo un servizio funebre di basso profilo a causa delle restrizioni della pandemia di coronavirus. Seppellì suo padre, sua madre e sua sorella.

Con l’incoronazione ufficiale di Carlo tra pochi mesi, il pubblico britannico avrà il tempo di piangere un re venuto a incarnare la propria identità nazionale e immaginare un futuro senza di essa.

“Non solo è stata in background per le persone in Gran Bretagna per tutta la vita, ma quella forma di governo è stata plasmata attorno a lei”, ha detto Murphy. “E non è del tutto chiaro come sarebbe il suo futuro senza di lei”.

Megan Specia è corrispondente da Londra per The International, che copre il Regno Unito e l’Irlanda. Collabora con The Times dal 2016. Incorpora il tweet