sabato, Giugno 22, 2024

Top 5 This Week

Related Posts

Oscar 2023: i vincitori onorano i genitori immigrati nei loro discorsi

I figli degli immigrati hanno reso omaggio ai loro genitori domenica ai 95esimi Academy Awards.

Mentre accettavano contemporaneamente gli Academy Awards per il loro contributo a Everything Everywhere, il regista Daniel Kwan, il produttore Jonathan Wang e l’attore Ke Hui Kwan hanno onorato le loro madri e i loro padri e i sacrifici che hanno fatto per sostenerli sul palco del Dolby Theatre. a Hollywood.

“Everything Everywhere at the Same Time”, un film per famiglie che sfida il genere con Kwan e Michelle Yeoh nei panni di genitori immigrati che possiedono una lavanderia a gettoni locale, ha portato a casa i premi domenica come miglior film, attrice protagonista, attrice non protagonista e attrice non protagonista. Regista, sceneggiatura originale e copia.

“Siamo tutti discendenti di qualcosa e qualcuno, e voglio riconoscere il mio background, i miei genitori immigrati, mio ​​padre, che si è innamorato dei film perché aveva bisogno di una fuga dal mondo e quindi mi ha trasmesso quell’amore per i film, Kwan – che ha diretto “Everything, Everywhere”. Con il suo partner creativo Daniel Scheinert – ha detto nel suo discorso di ringraziamento.

“Mia madre, che è un’anima così creativa, voleva diventare una ballerina, attrice e cantante, ma non poteva permettersi il percorso di vita e poi me l’ha dato.”

Dopo che “Everything Everywhere” ha vinto il premio della serata, Wang ha dedicato in lacrime il suo opuscolo a “suo padre, che, come molti padri immigrati, è morto giovane”.

“È molto orgoglioso di me, non di questo [premio]Ma perché abbiamo realizzato questo film con quello che mi ha insegnato, ha detto Wang. Cioè… nessuno è più importante di chiunque altro.

Quan era anche emozionato, parlando direttamente a sua madre mentre accettava l’Oscar dell’attore non protagonista.

“Mia madre ha 84 anni ed è a casa a guardare”, ha detto Kwan. Mamma, hai appena vinto un Oscar!

READ  Il declino del pubblico di The Witcher e i dubbi sul suo futuro sono stati confermati quando Henry Cavill ha lasciato la serie Netflix

“Ho iniziato il mio viaggio su una nave”, ha continuato. Ho passato un anno in un campo profughi. E in qualche modo sono finito qui sul palcoscenico più grande di Hollywood… Questo è il sogno americano”.

Kwan, Wang e Chuan hanno espresso la loro gratitudine ai loro genitori nella sala stampa adiacente al Dolby Theatre, dove ogni anno i vincitori dell’Oscar ritirano i loro premi e rispondono alle domande dei giornalisti.

Kwan ha parlato della sua relazione con sua madre, che viene da Taiwan, e ha partecipato a “una festa da qualche parte”. Ha ricordato come sua madre abbia deciso di istruirlo a casa per alcuni anni “solo per proteggere” la sua creatività, che “ovviamente ha dato i suoi frutti”.

“Lei è una persona a cui piace cambiare la sua passione ogni due anni. Lui insegue sempre nuovi sogni e lo fa sempre molto bene”, ha detto Kwan.

“È una persona che si è sacrificata così tanto per i bambini. Non ha mai voluto essere una madre, a dire il vero. E me l’ha già detto perché è così onesta, il che è una cosa molto asiatica. Ma penso che questo lo renda davvero più bello, sapendo quanto ha rinunciato.” io e i miei fratelli.”

Wang ha condiviso che suo padre, anche lui originario di Taiwan, è morto prima dell’uscita di Everything Everywhere at Once, ma ha ispirato parte del film, incluso un momento comico in cui Evelyn Wang (Yoh) fa erroneamente riferimento al film. Da Disney – “Ratatouille” di Pixar come “Raccoonie”.

Wang ha detto: “Era un appassionato di cinema nel modo più taiwanese, sbagliando sempre i titoli dei film. Quindi questo film è una canzone d’amore per i nostri genitori taiwanesi”.

Nella sala stampa, Kwan ha detto ai giornalisti di aver pensato immediatamente a sua madre quando la conduttrice Ariana DeBose ha aperto la busta dell’attore non protagonista e ha letto il suo nome.

READ  Classifica Apple Perù: i 10 migliori podcast con il maggior numero di visualizzazioni

“La prima immagine che ho avuto nella mia mente era mia madre… che è il motivo per cui sono negli Stati Uniti, che è il motivo per cui ho una vita migliore”, ha detto Kwan.

“Ho avuto tutte queste opportunità… Ho sacrificato così tanto. Ha avuto una vita fantastica da dove veniamo, e ha rinunciato a tutto fino a quando tutti i suoi figli hanno nove anni. Siamo nove, e ognuno di loro è così grato a mio padre.

Quan, Wang e Kwan non sono stati gli unici vincitori dell’Oscar ad accogliere i loro genitori quest’anno. Durante il suo discorso di accettazione, Yoh non solo ha dato il benvenuto a sua madre, ma anche a “tutte le madri del mondo perché in realtà sono dei supereroi”.

“Senza di loro, nessuno di noi sarebbe qui stasera”, ha detto Yoh. “[Mi mamá tiene] 84 anni, ti porto questa casa. Lo sta guardando ora in Malesia… con la mia famiglia ei miei amici. Vi amo ragazzi.”

Dopo lo spettacolo, Yoh si è fermato in sala stampa e ha attribuito a sua madre il merito di avergli instillato “fiducia” e di avergli insegnato “amore”, “gentilezza” e “compassione”. (A volte, scherza, “Non sono molto brava in questo.”)

“L’ultima cosa che mi ha chiesto di fare è stata: ‘Niente pantaloni agli Oscar'”, ha detto Yeoh con una risata.

“Quello che fanno le mamme è ricordarti sempre di fare meglio, e lo fanno con amore. E lo fanno perché vogliono davvero che tu sia migliore, in modo da avere più opportunità e una vita migliore. E questo, per loro, è il loro obiettivo finale”.

Jamie Lee Curtis, l’autoproclamato ragazzo nepo OG mentre rendeva omaggio ai suoi genitori, ha soffocato le ultime leggende di Hollywood Tony Curtis e Janet Lee, nessuno dei quali ha vinto un Oscar.

READ  Firecracker, il nuovo fantastico gioco di Los Siete ("The Boys"), è il protagonista di una delle più grandi esclusive per PS4

“Mia madre e mio padre sono stati entrambi nominati agli Academy Awards in diverse categorie”, ha detto mentre accettava il premio come attrice non protagonista per il suo ruolo in Tutto ovunque allo stesso tempo. “Hai appena vinto un Oscar!”

Un altro vincitore dell’Oscar che onora sua madre sul palco e in sala stampa è la costumista di “Black Panther: Wakanda Forever” Ruth E. Carter, che domenica ha fatto la storia come la prima donna di colore a ricevere due Academy Awards.

“La scorsa settimana, sono diventato un predecessore, Mabel Carter”, ha detto Carter durante il suo discorso di accettazione. “Questo film mi ha preparato per questo momento. Chadwick [Boseman]Per favore, prenditi cura di tua madre”.

Più tardi, in sala stampa, Carter si definisce la “partner” di sua madre e “cavalca o muori”.

“Ha sempre voluto che seguissi il mio sogno anche dopo che mi sono laureato al college e sono tornato a casa per fare uno stage e non sapevo bene dove volevo fare il passo successivo”, ha detto Carter ai giornalisti.

“Ho impacchettato la mia Volkswagen Rabbit e mia madre ha detto: ‘Non vuoi restare qui. Puoi andare. Quindi so che sei orgoglioso di me. So che lo volevi per me tanto quanto lo volevo per me stesso .'”

Lo scrittore dello staff del Times Stephen Vargas ha contribuito a questo articolo.

Leggi questa nota in spagnolo clicca qui.

Chiara Pisano
Chiara Pisano
"Drogato televisivo certificato. Ninja zombi esasperatamente umile. Sostenitore del caffè. Esperto del Web. Risolutore di problemi."

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popular Articles