Febbraio 25, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Oscar 2023 per il miglior film d’animazione – Analisi e previsioni

Oscar 2023 per il miglior film d’animazione – Analisi e previsioni

Onestamente, la corsa agli Oscar del 2023 Miglior film d’animazione È più che finito. Tutto indica che Guillermo del Toro riceverà la sua terza statua d’oro. Tuttavia, ci prendiamo lo spazio per celebrare l’anno straordinario che ha avuto il mondo dell’animazione e spiegare perché tutti i candidati all’Oscar sono così meritevoli.

Candidati per il miglior film d’animazione 2023:

  • Pinocchio di Guillermo del Toro
  • Marcel la crosta con la scarpa
  • Il gatto con gli stivali: ultimo desiderio
  • mostro marino
  • diventa rosso

Dopo aver vinto BAFTA, PGA, Critics’ Choice, Golden Globe e cinque Annie Awards, incluso quello per il miglior film, Pinocchio di Guillermo del Toro È il principale candidato a vincere l’Oscar 2023 per il miglior film d’animazione. Con questa vittoria, il regista di Guadalajara diventerà la prima persona a detenere gli Oscar per il miglior film e il miglior film d’animazione.

La strada non è stata facile, poiché del Toro ha dovuto lottare per anni per ottenere l’approvazione del suo “progetto della passione”. Era il 2010 Quando abbiamo sentito per la prima volta che il messicano stava lavorando a un adattamento di Pinocchio, ma il film era rimasto nel limbo per molti anni perché nessuno studio era interessato a finanziarlo. Nel 2018 Netflix ha acquisito il progetto e lo ha dato alla luce. A questo punto, del Toro aveva già il braccio destro perfetto per il progetto: Mark Gustafson, il veterano dello stop-motion e direttore dell’animazione di “Fantastic Mr. Fox”.

Il risultato di questo lungo sviluppo fu una fantastica storia antifascista sulla morte, con elementi musicali ambientati nell’Italia di Mussolini. “Il Pinocchio di Guillermo del Toro” è stato realizzato dallo studio di animazione ShadowMachine e Taller del Chucho con sede a Guadalajara.

READ  Il creatore di Black Mirror ha infranto le proprie regole con la sesta stagione

Ma in questa corsa all’Oscar del 2023 per il miglior film d’animazione, non si trattava solo di Guillermo del Toro. Anche i suoi compagni sono straordinari.

Vincitore del miglior film indipendente in Annies, il bello e il divertente “Marcel the Serendipity indossa gli stivali” È diventato il primo ibrido live-action e stop-motion ad essere nominato nella categoria. Questo primo lungometraggio, diretto da Dean Fleischer Camp, segue un tenero guscio mentre cerca di trovare la sua famiglia scomparsa con l’aiuto di un raccoglitore. È un film che, forte di un concept altamente creativo e di un’animazione in stop stellare, esplora anche i temi della mortalità senza cadere nell’infanzia: “Marcel” è una tragicommedia matura per tutte le età che raggiunge livelli di emozione massicci. Vale la pena celebrare il fatto che un progetto indipendente di questa natura sia arrivato così lontano nella corsa.

Forse la più grande sorpresa dell’anno è stata la nascita di Dreamworks, e Il gatto con gli stivali: l’ultimo desiderio ne era responsabile. Ispirato dalla cinematografia di Akira Kurosawa e Sergio Leone e dall’animazione di “Spider-Man: Into the Spider-Verse”, il team del regista Joel Crawford ha mescolato gli stili per dare a un’illustrazione fantastica una storia matura e a volte terrificante, come il nostro spadaccino Michi incontra la sua morte. Il film ha incassato oltre 440 milioni di dollari in tutto il mondo ed è stato universalmente acclamato.

Il gatto con gli stivali 2: L’ultimo desiderio | Per gentile concessione di DreamWorks

C’è molto (e giustificato) odio nei confronti della Disney e del suo monopolio sulla categoria degli Oscar animati, specialmente dopo la rapina dell’anno scorso, ma… diventa rosso Non vale l’odio, perché il regista Dom Shi ci ha dato una boccata d’aria fresca con una storia sulle mestruazioni e l’identità asiatico-americana in uno stile visivo diverso da quello offerto da Disney e Pixar; Shi ha utilizzato le influenze degli anime (principalmente “Ranma ½” e “Sailor Moon”) per dare vita all’animazione e all’eroe, creando un mondo che rispecchia la personalità spumeggiante di una ragazza asiatica meditabonda e ossessionata. gruppo di ragazzi. Delle tante tradizioni Disney, “Turning Red” è stata una grande sorpresa.

READ  Lo farebbero con baci eterosessuali?

Anche se a Netflix non interessa molto, “mostro marino” È stata una delle grandi gemme animate del 2022. Questa avventura su una ragazza e un cacciatore alla ricerca di un mostro spaventoso si rivela un vero film sugli animali. punk Incoraggia grandi e piccini a uscire la situazione attuale E sfidare la storia che chi è al potere ci vende. Inoltre, il film ha fatto qualcosa di senza precedenti e ha sconfitto uno dei più grandi mostri dell’industria dell’animazione: le corde. Sì, è stato molto difficile animarli storicamente, ma il regista Chris Williams e il suo team sono riusciti ad aggirare il problema con idee di simulazione innovative.

Oltre a questi candidati all’Oscar 2023 per il miglior film d’animazione, il mondo dell’animazione ci ha regalato una serie di progetti sorprendenti e innovativi. “La follia di Dio”del leggendario Phil Tippett, è un incubo Dantesky di proporzioni epiche e un capolavoro in stop-motion; “non oh”Scritto dal maestro Masaaki Yuasa, è pura arte, e una dimostrazione di tutto il potenziale che l’animazione ha come mezzo di espressione – non ha mai attirato l’attenzione dell’industria per essere giapponese e per un autore poco conosciuto in occidente (peccato perché è uno dei nostri geni dell’animazione); “Apollo 10 1⁄2: un’infanzia nell’era spaziale” È stato un altro lavoro coinvolgente e accattivante di Richard Linklater, sottovalutato per il suo stile rotoscopico; “la casa” Tecnicamente non si qualificava, ma certamente merita un enorme merito per la maturità dei suoi temi, l’uso del terrore e dello stop-motion; Con una fantastica trama di duelli e un design e un’animazione dei personaggi di alto livello, Jujutsu Kisen 0 È stato uno dei film d’animazione migliori e di maggior incasso del 2022; “Little Nicholas: felice come può essere” Ha vinto il miglior lungometraggio ad Annecy (il festival di animazione più prestigioso del settore) per i suoi elementi tecnici stellari e la sua storia nostalgica. Sì, è stato un anno fantastico.

READ  Taylor Swift risponde alla richiesta più richiesta dai suoi fan su "The Eras Tour"

Pronostici Oscar 2023 per il miglior film d’animazione

previsione finale

Pinocchio Guillermo del Toro ha questo premio nella borsa. Se ci fosse una sorpresa, sarebbe per “Il gatto con gli stivali” e la sua massiccia corsa al botteghino.

Dovrebbe vincere: Se lo meritano tutti

vincerà: Pinocchio di Guillermo del Toro

nominato con: Il gatto con gli stivali: ultimo desiderio

Avrebbe dovuto essere nominato: Ino Oh