Ottobre 6, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Panama respinge le richieste di nuova presidenza per il 2024

Secondo la legge elettorale e i relativi regolamenti per le elezioni presidenziali entro due anni, non vi è alcuna obiezione all’iscrizione dei candidati alla presidenza fino al 31 luglio 2022, affrontando poi il compito di raccogliere le firme.

Per l’ex candidata alla presidenza nel 2019, Anna Matilde Gomez, è una strategia di divisione dei voti, in cui la legge consente anche a un cittadino che fa parte di un partito di avallare con la propria firma un candidato indipendente, senza perderlo. Affiliazione politica, da un’organizzazione esistente o in formazione.

Gomez lo ha descritto come una sorta di privilegio o vantaggio con cui le persone si sono registrate o che sono politicamente indurite dall’avere un doppio meccanismo di partecipazione.

“Se non hanno possibilità nei loro partiti, possono utilizzare il numero di domanda gratuito; d’altra parte, i partiti politici non possono nominare chi candida liberamente”.

Da parte sua, Al-Faqih ha dichiarato in dichiarazioni al quotidiano La Estrella de Panama:

Ernesto Cedeño considerava vergognoso e assurdo che simpatizzanti di gruppi politici intendessero optare per l’applicazione gratuita.

“Lo fanno sapendo che la legge elettorale ammette solo tre candidature per una posizione di candidatura gratuita, che è stata creata come opzione per i partigiani indipendenti e non come piattaforma di fuga per i politici frustrati dai gruppi in cui sono attivi gli aspiranti”, ha affermato. notato.

Ha anche specificato che questa potrebbe essere una sorta di strategia, sostenendo che la frammentazione del voto avvantaggia le persone con una struttura politica e un potere economico definiti.

Lo scorso giugno, altre voci hanno messo in dubbio le falle che la legge impone ai candidati indipendenti, come l’attivista Christian Obrego, del gruppo Consencia Ciudadana, che si è candidato alla carica di deputato.

READ  L'ONU lancia una campagna per aiutare le Filippine dopo il tifone

Per Ábrego dovrebbe essere proibito anche il desiderio che i membri del partito si presentino al ballottaggio come indipendenti.

In questo senso, ha affermato: “Se ti candidi per il partito, è perché credi nel partito e nel suo flusso di pensiero. Confondere i due è un errore elettorale”, ha detto.

Il 5 maggio 2024 i panamensi decideranno a scrutinio il nuovo presidente e vicepresidente del paese, 20 deputati al parlamento centroamericano, 71 deputati all’Assemblea nazionale, 81 sindaci, 701 rappresentanti regionali e 11 presidenti supplenti pertinenti, per il periodo da Dal 1 luglio 2024 al 30 giugno 2029.

mgt / ga