Aprile 18, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Parte dalla Svizzera ed entra a Mortirolo

Parte dalla Svizzera ed entra a Mortirolo

El Il Giro d'Italia 2024 ha offerto una novità importanteUna delle fasi più difficili è stata la premiazione della gara. Nello specifico, il 15 – l'ultimo della seconda settimana di corsa e che comprende i 220 chilometri tra Manerba del Garda e Livigno –. Inizialmente era prevista una via attraverso la Svizzera, la Forcola di Livigno, ma le autorità della vicina Italia l'hanno bloccata. RCS, l'organizzatore della Corsa Rosa, ha predisposto una giornata modificata in cui il boma scomparirà Con Mortirolo come porto di passaggio si sale al Passo di Foscagno e si arriva a Livigno (Mottolino).

Il Giro, nella nota ufficiale, afferma che i costi per il mantenimento del percorso della Forcola di Livigno sarebbero troppo onerosi. Il Dipartimento delle infrastrutture, dell'energia e della mobilità dei Grigioni (Svizzera) non ha approvato l'azione sindacale. Doveva apparire una correzione.

Il Giro è un classico 'Bulls', Mortirolo. Ma non attraverso il suo percorso abituale, ovvero attraverso l’Africa. Percorre il tratto mono (con pendenze al 16% negli ultimi tratti a San Giacomo). Si tratta di una pista molto difficile, ma permette di 'agganciarsi' con passaggi difficili come il Passo del Foscagno (14,6 chilometri, 6,5%). La tappa termina a Livigno a quota oltre 2.000 metri. Soprattutto dopo le piste del Passo di Era sulla pista da sci del Motolino.

Mortirolo sulla pista Monno, utilizzata nel 1990, 2017 o 2022. La pendenza media è del 7,5% per 12,7 chilometri e la salita richiede circa 38 minuti (questo dipende sempre dagli spostamenti e dalla velocità del gruppo). E ha una caratteristica speciale: Uno dei suoi rettilinei è stato chiamato “Straight Contador” in onore di Alberto Contador dopo un dono dell'amministrazione Mono.

READ  Madrid, torna la festa italiana nel quartiere di Chambery: "Appuntamento importante con l'Italia in Spagna"

Sarà un grande giorno per nomi come Tathej Bokar, che raddoppia il suo sogno… perché sfiderà Jonas Wingegaard al Tour de France. Lo sloveno sarebbe la scelta più ovvia Al via la corsa italiana.