Settembre 30, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Per precauzione l’Italia acquisterà più carbone ma l’energia non è in allerta

Questo contenuto è stato rilasciato il 21 giugno 2022 – 18:27

ROMA, 21 giu. (EFE) .- Il governo italiano ha deciso oggi di aumentare gli acquisti di forniture di carbone come misura preventiva, se necessario, per aumentare la produzione di energia negli impianti del Paese per l’inverno, ma non lo annuncerà ora. Livello di allarme energetico.

Lo afferma in una nota il ministero del cambiamento ambientale, che indica che l’ammontare delle riserve di stoccaggio del gas in Italia è del 55%, rispetto ad altri paesi europei.

Martedì il ministero ha tenuto una riunione di emergenza con i membri del Comitato per la tecnologia di emergenza e monitoraggio dell’Organizzazione del gas naturale (CTEM) per verificare la quantità di gas immagazzinato nel Paese, a seguito dei tagli della Russia alle esportazioni verso il continente negli ultimi giorni. Alle sanzioni imposte dall’Unione Europea (UE) per l’occupazione dell’Ucraina.

Il comitato ha deciso di pianificare acquisti di carbone più elevati su base prudente per aumentare la produzione nelle centrali termoelettriche nazionali da agosto se la carenza di gas da Mosca all’Europa dovesse continuare.

Tuttavia, non ha ritenuto necessario aumentare l’attuale livello di preallarme e muoversi con cautela poiché il Paese potrebbe ancora adottare misure preventive per far fronte alle sfide affrontate negli ultimi mesi dell’anno.

Prima della guerra in Ucraina, l’Italia importava il 90% della sua fornitura annuale di gas e il 40% dalla Russia, ma dopo il conflitto ha cercato fornitori alternativi e ha firmato accordi con paesi come l’Algeria, il suo secondo fornitore. Repubblica del Congo, Qatar o Angola.

READ  Raffaella Cara conserverà in Italia le sue monete da due euro

Negli ultimi giorni la Russia ha ridotto le spedizioni di gas verso i paesi europei, il che ha portato a prezzi ancora più alti sui mercati energetici internazionali, e paesi come la Germania o l’Italia hanno deciso di aumentare gli acquisti precauzionali di carbone. Il vecchio continente prevede di avanzare nella sua decarbonizzazione. EFE

lsc / pddp

EFE 2022. La ridistribuzione e la ridistribuzione del Contenuto di tutti o parte dei Servizi Efe è severamente vietata senza la preventiva ed espressa approvazione di Agencia EFE SA.