Dicembre 4, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Perché Apple potrebbe porre fine alla canzone “Hey Siri”.

(Affari CNN) – Apparentemente, Apple vuole porre fine a “Hey” in “Hey, Siri” (“Hey Siri”, in inglese), secondo diversi rapporti.

Si dice che la società stia addestrando il suo assistente vocale Siri per identificare i comandi senza dover dire “ciao”. La frase completa è attualmente utilizzata per attivare Siri su molti prodotti, inclusi iPhone, iPad, HomePod e Apple Watch.

BloombergApple, che per prima ha dato la notizia, ha affermato che il cambiamento potrebbe avvenire non appena l’anno prossimo o nel 2024. Apple non ha risposto alla richiesta di commento di CNN Business.

Sebbene l’aggiornamento possa sembrare un aggiornamento minore, gli esperti affermano che potrebbe segnalare cambiamenti più ampi in arrivo e potrebbe richiedere un’ampia formazione sull’IA. Lian Jye Su, direttore della ricerca presso ABI Research, ha spiegato che la frase operativa di due parole consente al sistema di riconoscere le richieste in modo più accurato, quindi il passaggio a una parola deve fare affidamento su un sistema di intelligenza artificiale più avanzato.

“Durante la fase di riconoscimento, il sistema confronta il comando vocale con il modello di addestramento dell’utente”, ha affermato Su. “Siri” è molto più breve di “Hey Siri”, offrendo al sistema punti di confronto inferiori e un tasso di errore più elevato in un ampio spazio di riverbero e in ambienti rumorosi, come un’auto o quando c’è vento.

La modifica del comando Siri consentirà ad Apple di tenere il passo con “Alexa” di Amazon, che non ha bisogno di un avviso di parola prima. Microsoft si è allontanata da “Ehi, Cortana” nel 2018, consentendo ora agli utenti di dire semplicemente “Cortana” sugli altoparlanti intelligenti. Tuttavia, “OK, Google” è ancora richiesto per la maggior parte delle richieste di prodotti Google.

READ  WhatsApp ha introdotto la sua nuova funzionalità per i gruppi

La fine di “Hey Siri” arriverà anche quando Apple, Amazon e Google collaboreranno allo standard di automazione Matter, che consentirà l’automazione e i dispositivi Internet di diversi fornitori di interagire tra loro.

Con questo in mente, James Sanders, analista principale presso la società di ricerche di mercato CCS Insight, ha affermato: “Raddoppiare gli sforzi per migliorare la funzionalità di Siri sarà probabilmente una priorità per Apple”.

Siri è stata lanciata nel febbraio 2010 come app iOS autonoma sull’Apple App Store prima di essere acquisita dal gigante della tecnologia due mesi dopo. La società ha quindi integrato Siri nell’iPhone 4S, lanciato l’anno successivo, e ha introdotto la possibilità di dire “Ehi Siri” senza toccare un pulsante nel 2014.

Siri è diventato più intelligente nel corso degli anni, grazie all’integrazione con sviluppatori di terze parti, come richieste di viaggio e app di pagamento, domande di follow-up supportate, più lingue e dialetti diversi. Tuttavia, ha ancora problemi con gli utenti che non capiscono e rispondono in modo errato.

“Sebbene la modifica di ‘Hey Siri’ richieda una notevole quantità di lavoro, sarebbe sorprendente se Apple annunciasse questa modifica solo per Siri”, ha affermato Sanders. “Data la tempistica che si dice, mi aspetto che questa modifica sia accompagnata da altre funzionalità Siri nuove o migliorate, possibilmente insieme al nuovo modello HomePod e all’integrazione con altri prodotti per la casa intelligente tramite Matter, come la reintroduzione dell’Apple Voice Assistant.