Maggio 23, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Perché ora i prezzi sono più alti in Spagna che in Germania, Francia e Italia?

Il L’inflazione su base annua sta rompendo gli assi in Spagna – A marzo è salito al 9,8%, ma la cosa più preoccupante è che l’aumento dei prezzi è diverso rispetto all’Europa. A febbraio, l’IPC dell’euro era del 5,9%, quasi due punti in meno rispetto alla Spagna e il divario con alcune delle tre maggiori economie di condivisione della valuta è ampio. In Germania, il motore dell’euro, il Aumento dei prezzi del 7,3%.Secondo i dati diffusi oggi, l’inflazione in Francia è stata relativamente bassa (4%) e addirittura inferiore in Italia (5,7%) rispetto alla Spagna, sempre con dati annuali di febbraio.

Naturalmente, ci sono economie in Europa con problemi maggiori della Spagna, i cui prezzi sono fuori controllo. Ma non sono in sovrappeso o di peso particolare. Sotto la giurisdizione della Banca centrale europea (BCE), le tre repubbliche baltiche – Lituania (13,9%), Estonia (12,4%) e Lettonia (8,9%) – più Belgio (9,6%) e Slovacchia (8,2%) sono state peggio di Spagna a febbraio. , mentre il Lussemburgo (7,8%) era praticamente uguale. Il resto era giù o molto giù.


video

LV_IPC: l’inflazione continua a girare incontrollata e sale al 9,8% a marzo


Bassa produttività

La Spagna è cresciuta di meno, ma con più occupazione, il che riduce la produttività delle imprese e le rende meno competitive.

Gli esperti sottolineano le molte e svariate ragioni della differenza di prezzo in Spagna. Alcuni, come Juan Ignacio Crespo, matematico, analista finanziario e consulente del Fondo Multicyclos Global FI de Renta 4, affermano: “La perdita di produttività dell’economia spagnola è significativa, è maggiore di altre, abbiamo il 6% o il 7% in meno PIL di quello che era prima dell’epidemia, ma abbiamo un alto livello di occupazione, e lo scioccante dato di inflazione core di marzo, noto oggi come 3,4% (il più alto dal 2008), sembra dargli ragione, non solo elettricità e petrolio.


Per saperne di più

Jaume Masdeu / Raquel Quelart

LV_IPC: l'inflazione continua a girare incontrollata e sale al 9,8% a marzo

Ma ci sono ancora possibili ragioni. Ignacio de la Torre, partner e capo economista di Arcano Partners, afferma che la chiave dell’inflazione spagnola in Spagna risiede nel mercato elettrico controllato dai consumatori (PVPC) da 11 milioni di persone. “In Europa, l’accordo è di tipo forward, quindi l’emendamento, che include aumenti brutali dei prezzi derivati ​​dal mercato all’ingrosso, è molto graduale”, afferma de la Torre.

Jerome Powell, Christine Lagarde Twitter

Christine Lagarde e Jerome Powell sono a capo della BCE e della Banca centrale.

Reuters

Il capo economista di una delle banche Ipex – che non ha voluto essere nominato – fa due argomentazioni. In primo luogo, afferma, “i componenti CPI in Spagna rappresentano un prezzo regolamentato e sono collegati a ciò che sta accadendo nel mercato all’ingrosso perché l’elettricità spiega la maggior parte delle differenze”. Questo è valido, ma secondo i dati di febbraio, l’inflazione in Portogallo era solo del 4,4%, più della metà dell’inflazione spagnola di quel mese. Secondo punto, continua l’anonimo economista, “I carburanti hanno tasse più basse in Spagna, e poiché si tratta di importi relativamente stabili, l’aumento della percentuale di petrolio in altri paesi non sarà invertito allo stesso modo”. Secondo questo esperto, spiega che “le differenze di inflazione core tra la Spagna e l’eurozona sono molto piccole”. Finora.

Per saperne di più

Dobbiamo controllare l’inflazione dell’eurozona in uscita venerdì … e i capi della Banca centrale europea (BCE) e della Federal Reserve (Fed) Christine Lagarde e Jerome Powell presteranno particolare attenzione. . La normalizzazione della politica monetaria è già iniziata e poche settimane fa la banca centrale ha alzato i tassi di interesse di un quarto di punto a 0,25% -0,5%. La BCE dovrebbe fare il suo primo aumento in undici anni dopo l’estate.

La sobrietà in vista

Gli esperti ritengono che il picco dell’inflazione si stia già avvicinando e che i prezzi inizieranno a stabilizzarsi a partire da giugno

Salvador Guillermo, vicesegretario generale del Fment del Trepol, riconosce che l’energia è un’interpretazione più ampia della distinzione spagnola. Pertanto, è consentito essere ottimisti. “Se raggiungiamo il limite con l’energia e vediamo i prezzi aumentare dell’1,2% nell’aprile 2021, ci troviamo di fronte al previsto calo dell’inflazione nei prossimi mesi”, ha affermato Guillermo. “L’altopiano durerà a seconda di quanto durerà la guerra e se ci sarà un secondo round di effetti”.

Guardando leggermente indietro, nel 2020 e nel 2021 l’inflazione spagnola era inferiore a quella dell’eurozona e ora è molto più alta. In questo senso, l’analista senior di Bankinter, Aránzazu Cortina, scommette su un aumento dei prezzi più moderato in Spagna a partire dall’estate, che è vicino alla media delle sue controparti europee a fine anno. “In Spagna i prezzi hanno accelerato ulteriormente a causa delle caratteristiche del mercato energetico e dell’effetto fondamentale derivato dai diversi tassi di crescita nell’ultimo anno; ora non ci resta che evitare gli effetti di secondo impatto che ci stanno guidando. Perdi competitività”, ha detto Corina.

Partecipa alle discussioni


READ  Prezzi dell'energia elettrica: l'Italia aumenta fino al 25% le tasse sugli utili "sbalorditivi" delle società elettriche | Economia