Maggio 30, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Platia Magazine – 1 musicista professionista su 4 salta parte dei pasti quotidiani a causa della mancanza di reddito

Platia Magazine – 1 musicista professionista su 4 salta parte dei pasti quotidiani a causa della mancanza di reddito

1 musicista professionista su 4 salta parte dei pasti quotidiani a causa della mancanza di reddito

Un recente sondaggio su 301 musicisti nel Regno Unito, condotto da Encore Musicisti, ha rivelato che il 26% dei musicisti professionisti ha saltato un pasto quotidiano a causa dell’alto costo della vita. È un numero molto più alto rispetto alla media nazionale del 14% recentemente riportata da The Guardian (fonte: TUC), suggerendo che i musicisti stanno vivendo questa crisi più di altri professionisti.

Lo studio Encore ha anche scoperto una tendenza preoccupante dei musicisti che abbandonano la loro professione: il 51% dei musicisti ha riferito di aver accettato un secondo lavoro per integrare il proprio reddito a causa della crisi del costo della vita. I lavori più comuni che i musicisti tendono ad avere sono insegnante, amministratore e lavoratore al dettaglio, mentre lavori meno comuni sono veterinario, psicoterapeuta e medico legale. Un altro 23% sta valutando la possibilità di intraprendere un nuovo lavoro, con solo il 26% che si sente abbastanza sicuro delle proprie prospettive da concentrarsi esclusivamente sulla propria carriera musicale.

La crisi ha colpito particolarmente i musicisti, a causa della loro forte dipendenza dai viaggi in auto. L’aumento dei prezzi del carburante significa che il 79% dei musicisti afferma che quest’anno ridurrà la distanza che percorreranno per recarsi ai concerti. Ciò è anche aggravato dalle restrizioni di viaggio derivanti dalla Brexit e dalla pandemia di COVID-19.

Nelle parole di James Macaulay, CEO e co-fondatore di Encore Musicians: “La stragrande maggioranza dei musicisti continua a soffrire dell’impatto devastante della pandemia sui propri mezzi di sussistenza e la Brexit ha reso i tour più difficili e meno praticabili per i musicisti. ignorare l’impatto dell’aumento del costo della vita sui nostri musicisti Le società energetiche stanno realizzando profitti record mentre i nostri musicisti saltano i pasti, accettano lavori extra e spengono il fuoco La fiducia del governo nell’industria della musica dal vivo è bassa, non sorprende che il 90% dei musicisti intervistati lo faccia Non credere alla capacità del governo di affrontare la crisi del costo della vita.

Foto: © Getty

READ  Dua Lipa annuncia la sua prossima canzone: Dance The Night farà parte della colonna sonora di "Barbie" | musica