ASP: Mancuso, sanità utilizzata per interessi elettorali, personali, di carriera ed economici

Il Presidente del Collegio sindacale dell’Asp Dott. Sandro Zaffina non rappresenta più un organo terzo, un organismo silente ed imparziale, poiché entra nella discussione esprimendo giudizi di parte ed a lui non concessi. Mi rivolgerò alla Corte dei conti ed alla magistratura per vedere se esistono estremi per iniziative giudiziarie.
Registro, in una discussione fra Istituzioni, un intervento disordinato di chi dovrebbe esprimere giudizi di merito esclusivamente tecnici, diversamente qualcuno ha deciso di schierarsi impropriamente, esprimendo opinioni che non competono ed oltretutto inesattezze che vanno subito chiosate. Come prevedono le norme, il Collegio sindacale  ha il compito di apporre su tutti gli atti dell’Azienda un parere tecnico, formale e sostanziale, su tutte le delibere e su tutti gli atti, dando così un parere di correttezza sulle procedure e sulle decisioni.
Il parere sulla delibera relativa all’Atto Aziendale è stato espresso in modo sostanzialmente e concretamente positivo da parte del Collegio, significando una approvazione delle procedure che hanno prodotto il documento. Si vorrebbe far intendere che le decisioni del Collegio siano superficiali, se ciò fosse si evidenzierebbe una gravissima violazione alle norme che andrebbe subito corretta.
Chiederò immediatamente agli organi istituzionali il profilo di correttezza del Presidente del Collegio sindacale e cercherò di ristabilire una correttezza giurisdizionale senza la quale non sarebbe possibile esercitare completamente il ruolo dell’Amministrazione.
Se poi c’è altro o emergeranno conflitti d’interesse o situazioni di merito relative alle designazioni, sarò deciso a risolvere positivamente la questione anche con le autorità. Siamo in una terra difficile, dove gli interessi delle parti e delle lobby superano gli interessi comuni della gente e del cittadino. Fino ad oggi la gravissima situazione finanziaria in cui ci troviamo, la gravissima inefficienza di servizi sanitari a cui stiamo mettendo riparo, la grave situazione d’inefficienza amministrativa sono frutto di un utilizzo improprio della pubblica amministrazione, un utilizzo volto a curare interessi elettorali, interessi personali, interessi di carriera ed interessi economici.
Registro un attacco multidirezionale; stiamo lavorando con molta serietà, stiamo risparmiando soldi. Se questo qualcuno non lo vuole a noi poco importa, ma se non lo volessero in molti allora sarò costretto a realizzare che il mio mandato volge al termine.

Il Direttore Generale Dott. Prof. Gerardo Mancuso