Bersani: “Governo dovrebbe dimettersi”. Bocchino: “Senza Berlusconi si a convergenza”.

Roma – ”Per me deve dimettersi tutto il Governo, non è una questione di aggiustare la situazione con un ministro, non si può continuare con questo telefilm”. E questo il commento del leader del Pd Pier Luigi Bersani in merito al coinvolgimento del ministro Giulio Tremonti nel caso Milanese.

”Le cose che emergono su Tremonti – ha proseguito Bersani – sono un ulteriore elemento di preoccupazione in un quadro già difficile”.

Intanto torna alla ribalta Fli, il cui vicepresidente Italo Bocchino ha dichiarato: ”Se davvero Berlusconi non fosse più candidato premier potrebbe emergere un nuovo quadro politico che darebbe ragione alle questioni poste da Gianfranco Fini nel Pdl e successivamente da Fli”.

“In tal caso – aggiunge – (ma soltanto se non si ragionerà con un’ottica dinastica) tutti coloro che si ritengono politicamente e culturalmente alternativi alla sinistra avranno il dovere di verificare la possibilità di una nuova convergenza delle forze moderate e riformiste”.