Borgia: la Giunta Comunale vara un pacchetto di iniziative per i giovani

comune_di_borgia_400

Poter avviare e favorire politiche volte ad avvicinare la domanda e l’offerta di lavoro, nonchè promuovere le opportunità offerte dalla Comunità Europea attraverso programmi finanziari per la formazione, l’occupazione ed il lavoro dei giovani,  sono per me di fondamentale importanza – ha chiosato il primo cittadino.
In questa direzione la giunta comunale, con deliberazione n. 172 del 5 novembre, su mia proposta ha avviato una serie di iniziative per favorire l’orientamento, la formazione e l’occupazione dei giovani under 30.
Il primo passo – ha proseguito Fusto – consiste nella creazione di uno sportello lavoro per fare intermediazione tra offerta e domanda di lavoro.
In tal modo tutti i ragazzi ed i giovani potranno essere informati sulle opportunità di lavoro esistenti, potranno far conoscere i loro curricula alle imprese in cerca di lavoro.
Questa attività verrà effettuata grazie anche all’ausilio di esperti del Formez PA, che – su incarico del Dipartimento della Funzione Pubblica nell’ambito del PON “Governance e Azioni di Sistema (FSE 2007-2013), ob. Convergenza” -, hanno promosso il progetto “S.O.La.Re. – Servizi per l’Occupazione e il Lavoro in Rete”.
Aderendo all’iniziativa, il Comune di Borgia sarà in grado di offrire, da un lato servizi di intermediazione tra domanda e offerta in rete e in locale, attraverso l’utilizzo di applicazioni web appositamente prodotte; dall’altro, servizi per l’occupazione e per la creazione di micro impresa ai cittadini e alle imprese, attraverso attività di affiancamento e addestramento in presenza e a distanza.
Lo sportello creato sarà multifunzione, non solo lavoro, quindi, ma anche Europa.
Inoltre – ha proseguito ancora il Sindaco – il Comune ha già aderito alla Rete Nazionale Italiana Eurodesk – 2015 – Rete Europea di Informazione e Orientamento dei Giovani, struttura del programma comunitario Erasmus+ che opera nel settore dell’informazione e dell’orientamento sui programmi in favore dei giovani promossi dall’Unione europea e dal Consiglio d’Europa.
Si tratta della rete italiana per la mobilità transnazionale dei giovani, per favorire la mobilità educativo-formativa transnazionale dei giovani previsti dalla strategia comunitaria “Europa 2020” e aumentare le possibilità di una migliore “occupabilità” e di una partecipazione attiva degli stessi giovani nella società.
Con lo sportello Europa i giovani saranno informati sulle iniziative dei programmi europei, della possibilità di fare esperienze di lavoro all’estero, imparare le lingue, accrescere le competenze.
Ancora, il Comune di Borgia, aprirà uno sportello per “Garanzia Giovani”, il Piano Europeo per la lotta alla disoccupazione giovanile, con specifiche misure relative a formazione, accompagnamento al lavoro, apprendistato, tirocini, servizio civile, sostegno all’autoimprenditorialità, mobilità professionale all’interno del territorio nazionale o in Paesi UE, bonus occupazionale per le imprese, formazione a distanza.
Più in dettaglio – ha spiegato il primo cittadino -, si tratta di un servizio di “Accompagnamento al lavoro” previsto dal Piano Garanzia Giovani, attraverso cui garantire l’accoglienza e l’orientamento dei giovani tra i 15 e i 29 anni, residente in Italia – cittadino comunitario o straniero extra UE, regolarmente soggiornante  – non impegnato in un’attività lavorativa né inserito in un corso scolastico o formativo, per aiutare gli stessi a entrare nel mondo del lavoro, valorizzando le attitudini e il background formativo e professionale, attraverso programmi, iniziative, servizi informativi, percorsi personalizzati, incentivi.
Sono fiducioso – ha concluso Fusto – che i giovani di Borgia sapranno cogliere le opportunità offerte, mettersi in gioco, confrontarsi con i coetanei d’Europa, impegnarsi per raggiungere degli obiettivi, promuovere e valorizzare la propria terra.