I caduti dividono i quartieri

In occasione del 4 Novembre si è svolta in città una singolare iniziativa organizzata dal consigliere comunale Francesco Ruberto, per commemorare i caduti in guerra i cui nomi sono scolpiti sui monumenti di Sambiase e Santeufemia, deponendo una corona ai piedi di ciascuno di essi. Alla base di questa decisione del Consigliere Ruberto, la decisione del comune di Lamezia Terme di deporre una sola corona di fiori ai piedi del monumento dei caduti di Nicastro. Ha spiegato Ruberto: “E’ un modo per far sentire che anche questi due territori esistono. Lamezia Terme è stata fondata da oltre 4o anni e non si è mai posto il problema di creare un unico monumento che potesse commemorare i caduti di tutte le guerre. Proporremo al sindaco di creare quest’unico monumento che possa rappresentare tutta la città. Anzichè partire a mezzogiorno si sarebbe potuto partire alle 9:00 e fare il giro dei tre monumenti commemorando così in forma ufficiale tutti i caduti, salvaguardando così l’identità culturale dei 3 territori.” Della stessa idea i consiglieri Carolina Caruso, Francesco De Biase, Francesco Grandinetti, Costantino Isabella, Massimo Cristiano, Armando Chirumbolo e Francesco Chirillo. Il sindaco venendo a conoscienza in anticipo di queste iniziative avrebbe risposto: “Siamo una delle città che festeggierà la giornata delle forze armate domenica. Mi è stato riferito che alcuni consiglieri hanno organizzato delle manifestazioni. Non vorrei che fosse l’occasione per attaccarci.”