Calabria, Sapia e Nesci (M5S): “Ministro Grillo conferma interesse per la sanità calabrese con gli accertamenti all’ospedale di Reggio Calabria”

REGGIO CALABRIA – «Sono l’ennesimo segnale del vivo interesse per la sanità calabrese da parte del ministro della Salute, Giulia Grillo, gli immediati accertamenti disposti rispetto alla denuncia, che ha fatto il giro dell’Italia, del consigliere di Anaao-Assomed Gianluigi Scaffidi sulla vicenda dell’utilizzo di cartoni per le ingessature all’ospedale di Reggio Calabria». Lo affermano, in una nota, i deputati M5s Francesco Sapia e Dalila Nesci, della commissione Sanità, che aggiungono: «Di recente i sindacati dei medici dell’ospedale reggino avevano chiesto al direttore generale, Frank Benedetto, di pensare alla criticità attuali dell’ospedale, piuttosto che alla parata della presentazione del futuro ospedale, avvenuta alla presenza del governatore Mario Oliverio. Si è trattato del secondo grande bluff di Benedetto e Oliverio, dopo l’inaugurazione della Cardiochirurgia all’epoca non accreditata, la quale vide, peraltro, la passerella del precedente ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, che furbamente prese il merito della riattivazione del reparto, avvenuta grazie a una durissima battaglia del Movimento 5stelle calabrese». «Il nuovo governo – concludono Sapia e Nesci – ha dunque segnato un cambio di metodo e di passo, partendo, anche stavolta, dalla verifica delle carenze organizzative, finora coperte dal teatrino politico del centrosinistra regionale e dalla silente complicità del commissario Massimo Scura».