Cantieri e legalità, firmato protocollo Prefettura-Comune Cassano allo Ionio

COSENZA – “Rafforzare le misure preventive per la realizzazione del preminente interesse pubblico alla legalità ed alla trasparenza nel settore degli appalti, esercitando appieno i poteri di monitoraggio e vigilanza anche per contrastare più efficacemente i tentativi di infiltrazione mafiosa nei cantieri e per elevare i livelli di sicurezza e regolarità”.
Queste le finalità perseguite da un protocollo firmato ieri mattina nella Prefettura di Cosenza con i Commissari reggenti del Comune di Cassano allo Ionio, sciolto per infiltrazioni mafiose. A firmare sono stati il Prefetto, Paola Galeone, e uno dei commissari cassanesi, Mario Muccio. Il protocollo prevede l’obbligo di ricorrere ad una più incisiva informazione antimafia, anche oltre il quinquennio post-scioglimento; la risoluzione contrattuale con le ditte che non denuncino tempestivamente i tentativi di estorsione o di concussione; per lavori o servizi più sensibili, l’obbligo per l’impresa aggiudicataria di nominare un referente di cantiere o di servizio che fornisca informazioni sul personale e sui mezzi ch,e a qualsiasi titolo, vi operano.