Catanzaro, Federproprietà e CasaConsum: “Edilizia Sociale, tanta burocrazia e assegnatari dimenticati”

CATANZARO – “Regna troppa confusione in Calabria nell’ambito dell’edilizia economica popolare e sociale in genere. Prova ne sono le denunce che da fonti interne ed esterne alla stessa Regione (Fondazione Caporale, On.le Ferro, privati, imprese) piovono in questi giorni su un sistema ormai alle corde che da ora in poi rischia di solo autoalimentarsi lasciando nell’abbandono strutturale ed amministrativo uno dei più ingenti patrimoni di edilizia residenziale pubblica del Paese.

Particolarmente preoccupante appare, poi, lo stato di vero degrado in cui si trovano innumerevoli alloggi in relazione ai quali non vengono assunte nè iniziative di cessione in proprietà agli assegnatari nè misure dirette a garantire la sicurezza e la manutenzione straordinaria. La situazione degenera producendo  morosità, contenziosi e sofferenza sociale.

Casaconsum e Federproprietà chiedono su questi temi un urgente incontro con Il Presidente Oliverio preannunciando iniziative di sensibilizzazione a sportello degli assegnatari i cui diritti risultano affievoliti e compromessi in questo quadro di  incertezza e disinteresse a vocazione progressiva”.