Catanzaro, M5S: “Sistema metropolitano, recuperare la stazione ferroviaria di Sala come proposto dalle associazioni”

CATANZARO – «Il sindaco di Catanzaro e il governatore della Calabria ascoltino le buone proposte delle associazioni locali, prima di firmare l’accordo di programma sul sistema metropolitano». Lo affermano, in una nota, i parlamentari M5s Bianca Laura Granato, Paolo Parentela e Giuseppe d’Ippolito, che con una nota hanno chiesto al sindaco di Catanzaro, Sergio Abramo, e al presidente della Regione, Mario Oliverio, di valutare l’idea di 22 associazioni sul recupero per il traffico ferroviario della stazione del quartiere catanzarese Sala, prima di formalizzare l’intesa sul trasporto metropolitano locale, che dovrebbe avvenire il prossimo 15 giugno. «Si tratta – proseguono i parlamentari – di un progetto di buon senso che faciliterebbe la mobilità dei passeggeri dal e per il centro della città, con tutti i vantaggi del caso. Al contrario, l’attuale stazione ferroviaria di Germaneto è lontana e isolata. Il Movimento 5stelle ha sempre difeso il principio della condivisione delle scelte e dunque del confronto preliminare con le comunità locali. Nello specifico, tale passaggio si rende ancor più necessario perché c’è una larga rappresentanza degli interessi del territorio che ha una proposta concreta, valida e fattibile. I cittadini meritano sempre rispetto e attenzione». «Per questo – continuano i parlamentari 5stelle – ci auguriamo che Abramo e Oliverio non ratifichino alla cieca quanto già deciso in materia di sistema metropolitano, ma avviino un’utile discussione con le associazioni in questione, che noi promuoviamo e intendiamo agevolare». «Diversamente – concludono Granato, Parentela e D’Ippolito – passerà un brutto messaggio, cioè l’esclusione del contributo critico e propositivo della società civile, che ha già progettato una riqualificazione della stazione ferroviaria di Sala, funzionale e meritevole di considerazione».