Cdm, sul tavolo l’immigrazione. Berlusconi: “Approvato un decreto che contiene una procedura di espulsione coattiva immediata”.

Roma – Il provvedimento i merito ai rifiuti Partenopei e Campani – stando a svariate fonti governative – non sarebbe andato sul tavolo del Consiglio dei Ministri. Alla base dello slittamento ci sarebbe “la necessità di apporre ‘ulteriori approfondimenti”.

La questione riguarderebbe la possibilità di trasferire in altre regione parte dei rifiuti prodotti in Campania, soluzione vietata dal codice europeo identificativo per quella tipologia di lavorazione di rifiuti.

Sarebbe stato oggetto della discussione del Cdm, invece  la tematica inerente l’immigrazione: ”Abbiamo approvato un decreto che contiene una procedura di espulsione coattiva immediata per gli extracomunitari clandestini e per i comunitari che commettono violazioni”, ha detto il premier .

Il Ministro dell’Interno ha poi annunciato il prolungamento del “tempo di trattenimento nei Cie da sei a 18 mesi, attraverso una procedura di garanzia che passa dal giudice di pace”, enfatizzando “che le norme sull’espulsione sono coerenti con quelle europee”.