Coldiretti: “Per l’accreditamento di regione indenne dalla vescicolare suina manca l’ultimo passaggio”

CATANZARO – Sull’accreditamento quale territorio indenne dalla Malattia Vescicolare suina (MVS) abbiamo costantemente seguito, monitorato, incalzato la Task. Force veterinaria regionale e il Commissario ad Acta per l’attuazione del Piano di Rientro dai disavanzi del servizio sanitario. Adesso – riferisce Coldiretti – finalmente il dossier per l’accreditamento quale regione indenne, ricordiamo che siamo l’unica in Europa a non esserlo, la Task Force lo ha inviato al Ministero della Salute che, dopo l’esame di competenza, deve trasferirlo all’Unione Europea per l’approvazione definitiva. Insomma dovrebbe finire l’incubo per i suinicoltori e la filiera dei salumi calabresi che potrebbe prendere nuovo slancio e vigore sia per gli allevamenti che per l’export dei nostri rinomati salumi che ricordiamo annoverano ben quattro DOP. “Adesso l’ultimo miglio e cioè la pubblicazione di Regione indenne sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea – annota Molinaro Presidente di Coldiretti Calabria – deve essere percorso velocissimamente perché questa è la condizione – ribadisce -per far ripartire la filiera suinicola e avviare la migliore gestione e programmazione negli allevamenti. Occorre –conclude – che in modo “gagliardo e deciso” Istituzioni e soggetti protagonisti accompagnino il procedimento di approvazione definitiva in modo da recuperare i danni sociali ed economici che si sono subiti e ribadire la valenza storico-culturale e ambientale – economica della filiera suinicola.”