Crotone, Oliverio su Aeroporto Sant’Anna: “Riapertura è priorità della Regione”

?

CROTONE – “La piena operatività dell’aeroporto di Crotone è una priorità a cui la Regione non rinuncia. E per farlo ci impegniamo a sostenere ogni sforzo, di natura tecnica ed economica, perché questo avvenga in tempi rapidi, anzi i più rapidi possibili”. Lo ha detto il Presidente della Regione Calabria Mario Oliverio al termine di una lunga riunione sull’aeroporto Sant’Anna che si è tenuta oggi pomeriggio nella Cittadella regionale a Catanzaro.

All’incontro erano presenti i vertici di Sacal – il presidente del Cda Arturo De Felice e il direttore generale Piervittorio Farabbi -, il sindaco pitagorico Ugo Pugliese e i capigruppo del Comune di Crotone, la Consigliera regionale Flora Sculco, il Dirigente generale alla Programmazione Paolo Praticò, le organizzazioni sindacali di categoria di Cgil, Cisl e Uil, la Confcommercio di Crotone e i rappresentanti del comitato cittadino “Crotone deve volare”.

Durante l’incontro sono state avanzate anche altre ipotesi su eventuali accordi da concludersi nel più breve tempo possibile con altri vettori, tra cui una compagnia internazionale con cui è stata già avviata una trattativa dalla Sacal e dal Presidente Oliverio. È già al lavoro inoltre un tavolo tecnico operativo composto dai vertici e dal management della Sacal e dai tecnici e i dirigenti del Dipartimento Programmazione della Regione per l’individuazione di soluzioni tecniche in grado di sostenere, all’interno delle regole del settore, un maggiore sostegno ai percorsi di rafforzamento economico dello scalo e dei suoi collegamenti.

Entro martedì prossimo le parti si aggiorneranno sulle soluzioni tecniche individuate e su eventuali novità riguardanti nuovi accordi con compagnie aeree in grado di collegare definitivamente l’Aeroporto Sant’Anna ad altri scali nazionali ed internazionali. Tutti gli intervenuti hanno apprezzato la disponibilità della Regione a farsi carico della situazione generata dalla decisione di Fly Service di abbandonare Crotone ed è stata da più parti rimarcata l’esigenza di trovare al più presto una soluzione positiva relativa alla presenza di un nuovo vettore per far uscire dall’isolamento il capoluogo pitagorico e favorire la crescita turistica e commerciale di un comprensorio dalle grandi risorse e possibilità. Le parti si sono dunque date appuntamento per un nuovo incontro nella prossima settimana.