Ddl anticorruzione, arriva il ‘sì’ del Senato. Ora il voto di Montecitorio.

Roma – L’Aula del con 239 voti a favore, 21 voti contrari e 16 astenuti ha approvato il nuovo testo dell’art 1 del ddl che reintroduce la materia, già bocciata la scorsa settimana, sulla struttura di controllo.

L’intesa -Pd ha riguardato l’istituzione della Commissione per la valutazione, la trasparenza e l’integrità delle Amministrazioni pubbliche (Civit), le cui funzioni di controllo sono separate dalla funzione esecutiva che fa capo al Dipartimento della Funzione pubblica; introducendo di fatto una Commissione di controllo sui fenomeni di corruzione della pubblica amministrazione che delega al il delicato compito di stabilire l’ incandidabilità e l’ ineleggibilità dei condannati.

Il Disegno di Legge, nella sua totalità, è stato poi approvato a Palazzo Madama in prima lettura con 145 sì, 119 no e tre astensioni.

Hanno votato a favore Pdl, Lega e Coesione Nazionale, contro Pd, , Terzo Polo. Il testo è ora passato a .