Dichiarazione dell’assessore ai lavori pubblici Rosario Piccioni in merito alle affermazioni del segretaro cittadino dell’UDC Giancarlo Nicotera sulle inaugurazioni di Piazza Mazzini

rosario-piccioni

Che ne dica Nicotera e che ne dica la Lorenzin nella sua “toccata e fuga” al nostro ospedale, i cittadini sanno fare da soli i bilanci. I lametini hanno già dimenticato le inaugurazioni; hanno impresse nella memoria solo le file chilometriche per fare i ticket e l’impoverimento dei servizi sanitari del nostro ospedale a opera della giunta Scopelliti con il silenzio assenso del presidente del consiglio regionale Franco Talarico”

Così Rosario Piccioni replica alle dichiarazioni di Giancarlo Nicotera su Piazza Mazzini. “Riguardo a Piazza Mazzini – spiega Piccioni – una cosa giusta Nicotera la dice: i comitati e i cittadini residenti hanno dato un importante contributo per migliorare l’opera. E’ proprio per rispondere alle sollecitazioni dei cittadini che a ottobre 2013 abbiamo riaperto parzialmente la Piazza, al termine di una lunga serie di incontri con i residenti e i commercianti della zona che ci hanno spinto a rendere da subito agibile almeno una parte della Piazza. Nicotera non era presente a quegli incontri, io sì; ho seguito personalmente il percorso di confronto con i cittadini e devo dire che le positive sollecitazioni ricevute da comitati e associazioni non mi sono arrivate dal partito di Giancarlo Nicotera. Altrimenti, perché no, le avremmo ben volentieri accolte. Stessa situazione per il parco giochi, non previsto nel progetto iniziale, che personalmente ho voluto far realizzare per offrire alle famiglie e ai bambini un luogo di divertimento e di aggregazione. Sono stati gli abitanti della zona, in particolare il Comitato Piazza Mazzini, a chiederci di aprire l’area giochi circa un mese prima del completamento definitivo dei lavori delle due Piazze.
Non mi dilungherei sui giudizi estetici
– aggiunge Piccioni – ma, per richiamarci sempre all’Antica Grecia, voglio ribadire quanto ho detto ai giornalisti presenti alla serata inaugurale di sabato scorso, affermazione che ha suscitato l’ironia di Nicotera: Piazza Mazzini può essere immagine dell’ Agora greca e, quindi, immagine di democrazia. Sì, perché se dopo tante criticità oggi c’è collaborazione proficua con il Comitato e gli abitanti di Piazza Mazzini e se c’è stata una risposta positiva della città alla festa di sabato, è il frutto un processo democratico di dialogo e confronto con i cittadini, voluto da tutta l’amministrazione comunale e seguito da me personalmente. Probabilmente Nicotera e il suo partito utilizzano altri metodi, decidendo tutto poche persone nel chiuso di stanze e salotti: io preferisco invece fare tutto alla luce del sole, incassando anche le critiche, in piazza e con i cittadini. E infine suggerisco all’amico Nicotera di rivedere giornali e siti internet degli ultimi anni, per individuare le cause di una crisi economica che purtroppo anche nella nostra città ha colpito il tessuto produttivo, costringendo tante attività commerciali a chiudere. Tra le cause della crisi economica internazionale, mi spiace per Nicotera, non troverà i lavori di Piazza Mazzini”.