DISSESTO: le responsabilità e i nuovi grilli parlanti

Oggi l’amarezza che rimane è quella di vedere una città ferma, dopo un ventennio di centro sinistra e un quasi decennato Speranziano, gravato di tasse e di problemi disoccupazionali, con una città mummificata che accumula ritardi, distante dall’essere viva e veramente al centro della Calabria.
Ma la cosa che fa più male è quella di vedere alcuni soggetti “grilli canterini” che invece di trovarsi opposizione e individuare le responsabilità verso la gestione comunale, hanno dimenticato il proprio ruolo, hanno cancellato le responsabilità dei tanti Dirigenti che nel tempo hanno certificato ogni operazione contabile, facendo finta di non sapere e di non vedere, ed oggi, attraverso una ricercata politica avventuristica, ergendosi a  “nuovi ma sempre vecchi paladini della Politica” smaniano parole al vento,
Ma la città non dimentica, il Dissesto c’è, ed’è stato provocato, gli altri non hanno nessuna responsabilità. Coordinamento Prov.Le UDC – Salvatore De Biase