Falerna, continua la guerra contro i rifiuti: in campo anche la Polizia Municipale

FALERNA – Continua la guerra dell’amministrazione comunale di Falerna contro l’abbandono selvaggio dei rifiuti su tutto il territorio. Nonostante l’opera di sensibilizzazione sulla raccolta differenziata, i continui richiami (via social), le multe (anche fino a 300 euro) e addirittura i sacchetti abbandonati riportati a casa dei “legittimi proprietari” dallo stesso sindaco, in questi primi giorni di agosto, con le spiagge prese d’assalto da migliaia di turisti provenienti da tutta la Calabria e non solo, il fenomeno non sembra attenuarsi. Sono state numerose, infatti, le multe emesse negli ultimi giorni da parte del comando della Polizia municipale di Falerna. Di queste, come precisa l’amministrazione comunale, «l’80% sono state inflitte a persone non residenti a Falerna. Molti dei quali proveniente dai paesi limitrofi e alcuni di loro sono turisti provenienti da regioni del Nord Italia, come la Toscana e l’Emilia Romagna».
La netta azione di contrasto viene coordinata in questi giorni dall’amministrazione guidata dal sindaco Daniele Menniti, che sin dal suo insediamento avevo dichiarato guerra ai furbetti dell’immondizia, insieme alla Polizia Municipale. A questi ultimi, infatti, è stato demandato anche il compito di contrastare l’abbandono dei rifiuti. «I vigili – spiegano gli amministratori – non hanno solo il compito di multare chi è in divieto di sosta ma dovranno aiutarci a preservare il nostro territorio da chi vuole trasformarlo in una discarica a cielo aperto». Inoltre, proseguono gli amministratori, «è stato fondamentale anche l’aiuto dei cittadini e dei turisti coscienziosi che ogni giorno ci segnalano rifiuti abbandonati o eventuali trasgressori. Insomma, non siamo soli in questa battagli di civiltà».
I controlli a tappeto, così come già annunciato dal Comune e dalla Polizia Municipale, non si fermeranno ma saranno incrementati per tutto il mese di agosto.