Gianni Letta prossimo Presidente delle Repubblica

Berlusconi: Gianni letta è amato dalla destra e dalla sinistra e sarà votato da tutti per la sua diplomazia, è il presidente della repubblica italiana ideale

Roma – Gianni Letta nato ad Avezzano nel 1935 giornalista e politico Italiano presente da sempre tra le fila dei partiti di Silvio Berlusconi e suo estremo uomo di fiducia. Laureato in giurisprudenza, dopo aver esercitato per alcuni anni la professione forense, si è dedicato al giornalismo, come corrispondente dall’Aquila della RAI locale e dell’ANSA e del quotidiano romano Il Tempo. Nel 1958 Renato Angiolillo, il fondatore de Il Tempo, lo chiamò a Roma. Letta iniziò una lunga carriera che lo portò, nel 1971 ad essere nominato direttore amministrativo dello stesso quotidiano, e successivamente amministratore delegato della “Società Editoriale Romana” e della  ”Tipografica Colonna”, editrice e stampatrice del quotidiano romano. Il 16 agosto 1973, alla morte di Renato Angiolillo, Letta assunse anche la direzione de Il Tempo, che ha tenuto per quasi 15 anni fino alla fine del 1987.

Dal 1973 al 1987 è stato così Amministratore e Direttore del giornale romano, che ha poi lasciato per assumere responsabilità manageriali e giornalistiche nel Gruppo Fininvest guidato da Silvio Berlusconi. Nel 1982 ha fatto una comparsa nel film di Alberto Sordi Io so che tu sai che io so nella parte di se stesso. Ha curato e condotto rubriche televisive, in particolare su Canale 5, Italia domanda, un programma settimanale di dibattito politico-culturale. È stato per molti anni capo dell’ufficio stampa della Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro e successivamente capo dell’ufficio studi e documentazione dell’Ente Palazzo della Civiltà del Lavoro.

A fare questa rivelazione che ha lasciato tutti di stucco è Silvio berlusconi che in una intervista rilasciata a Repubblica, lo ha proposto come candidato che più rappresenta il popolo italiano e le parti politiche sia di destra che di sinistra, infatti secondo il cavaliere Gianni Letta potrebbe rappresentare quell’ unanimità popolare politica che serve al nostro paese in un periodo  cosi delicato e particolarmente intriso di un accanimento della magistratura nei confronti del Cavaliere. Sempre secondo Berlusconi il partito dei giudici si starebbe preparando per le prossimi elezioni. Ma berlusconi si sente sicuro di se e afferma che tutti i processi pendenti nei suoi riguardi si dissolveranno nel nulla.