Governo, sì al decreto Sviluppo: 317 voti favorevoli.

Roma – La Camera ha votato la sul con 317 sì, 293 no e 2 astenuti. La maggioranza richiesta era di 306 voti. Il provvedimento ora passa al Senato.

E’ la prima volta che la maggioranza alla Camera, dopo l’uscita di , supera quota 316. In precedenza era arrivata al massimo a quota 314, raggiunta sulla mozione di sfiducia del 14 dicembre e il 2 marzo scorso sul federalismo.

“Sono numeri da maggioranza assoluta; siamo soddisfatti per l’ennesima prova di compattezza che testimonia la solidità della coalizione”. E’ questo il commento pronunziato dal Ministro , Ministro della Giustizia e segretario in pectore del , al termine del voto sul dl sviluppo.

L’ex ministro di Fli, Andrea Ronchi, non ha partecipato al voto di fiducia nell’aula della Camera sul dl sviluppo. in tutto erano quattro in totale gli assenti di Fli alla votazione: oltre a Ronchi, dal partito di non hanno infatti risposto alla chiama Gianfranco Paglia, Mirko Tremaglia e Francesco Divella.