Grandinetti a Chirillo: imparzialità vuol dire difendere Lamezia da chiunque arrivi il torto

francesco_grandinetti

Fatto sta che la prima volta ho avuto circa 5000 (12%) cittadini che mi hanno creduto e sostenuto e la seconda volta quasi 9000 (19%). Quando ci si presenta con una lista civica é quasi certo che non si vinca, ma almeno si ha avuto il coraggio, insieme agli altri della lista, di battersi da soli, potendo dire ciò che si pensa senza condizionamenti di nessun tipo. É vero che ho ancora voglia di riprovarci e magari di perdere di nuovo, ma certamente potrò gridare ai venti che non ho mai tradito Lamezia e che mi sono battuto fino alla fine per essa.
Quanto alla seconda riflessione sul prendere esempio da Talarico, al consigliere Chirillo, molto spesso acido nei miei confronti, dico che se c’è qualcuno che deve prendere esempio da qualcun’ altro é proprio Talarico. E’ facile fare politica seduto su una poltrona come quella che ricopre Talarico, lontano dai problemi economici di tutti i comuni mortali con me in testa. E’ facile fare politica se il tuo unico problema é quello di recarsi a Reggio a dirigere il Consiglio, a fare nomine e conferenze, invece di imbattersi ogni giorno con i problemi dei più, cercando di sopravvivere, aziendalmente parlando, in un momento di crisi come questo. Io la mattina mi alzo e come tutti vado a difendermi dalle banche per cercare di pagare i miei “debiti di lavoro”, spesse volte non riuscendoci, vado a difendermi dai soprusi normativi e dalla burocrazia figlia del potere che capiscono e colpiscono solo i deboli,. Oggi siamo tutti noi a dovere prendere d’esempio le “persone comuni” che ogni giorno con tanta dignità difendono le proprie famiglie dalla miseria che incombe e che invece le “persone dagli alti incarichi politici” non percepiscono nemmeno lontanamente. Vedi caro Chirillo io non mi vergogno di dire che non sono Montezemolo. Io ho sempre sostenuto che solo chi ha i problemi “dei più” può capirli e cercare di alleviarli. Caro Chirillo incomincia a difendere i cittadini invece di difendere gli indifendibili. Ora certamente avrò ulteriori attacchi sulla mia imparzialità enonsolo. Ma per me essere imparziale vuol dire attaccare tutto ciò che strangola Lamezia ed i lametini , sia che a farlo sia stato il centro sinistra come ha fatto quando ha chiuso l’asl nel 2007, sia che a farlo sia il centro destra come ha fatto Talarico tradendo di fatto quanto promesso durante la sua campagna elettorale (ripristino ASL, trauma center).
Pertanto per finire, le tre iniziative che ho fatto con il consenso della maggioranza dei capigruppo da quando sono presidente del consiglio sono state quelle di convocare un consiglio per i lavoratori dell’Infocontact, uno di concerto con le associazioni sulla sanità a lamezia (salvando di fatto il trasferimento del centro trasfusionale a Catanzaro!) e chiedere un consiglio congiunto con Catanzaro per difendere alla pari Lamezia. Mi pare che di “demagogico” ci sia molto poco. Oltretutto mi pare che con più interviste, Chirillo si é sempre dichiarato, almeno in pubblico, favorevole.