Il circolo Libertà e Giustizia di Lamezia Terme organizza il dibattito pubblico DEMOCRAZIA PARTITI PARTECIPAZIONE

Il contributo degli esperti fornirà una possibile chiave di lettura di tali fenomeni e aiuterà nella ricerca di antidoti contro le pericolose derive populiste e individualiste. Gambino e Mete saranno intervistati dal giornalista Enrico De Grazia, mentre l’iniziativa sarà introdotta da Aquila Villella, professore associato di Diritto privato presso l’università Magna Grecia.
Con la discussione sulla proposta di riforma della legge elettorale si riapre l’antico problema del rapporto tra rappresentanza, delega e decisione. In questo campo si misureranno di nuovo le possibili vie di uscita da una crisi della politica che, qui da noi, non è meno grave della crisi economica. I nodi del premio di maggioranza e delle liste bloccate restano anche nella proposta di Renzi tanto da poter sollevare gli stessi rilievi di incostituzionalità da parte della Consulta. Per anni i partiti hanno predicato la strada delle preferenze, sulla scia del volere popolare, salvo poi fare dietro front al momento cruciale della presentazione della riforma. “Le preferenze favoriscono il voto di scambio”. Questo il motivo che giustificherebbe le liste bloccate. Ma è davvero così o è l’ennesimo tentativo della classe politica nazionale di preservare se stessa e impedire un sempre più probabile ricambio? Il coordinatore Mario De Grazia