Il sindaco aderisce alla manifestazione regionale per le bonifiche dei terreni, dei fiumi e dei mari della Calabria

Il sindaco di Lamezia Terme, Gianni Speranza, aderisce domani, sabato 1 dicembre alla manifestazione regionale per le bonifiche dei terreni, dei fiumi e dei mari di Calabria organizzata dal comitato omonimo sorto a Praia a Mare, e promossa dal Movimento ambientalista del Tirreno e dal Si-Cobas, ai quali si sono aggiunti altri comitati contro le discariche, le biomasse, gli inceneritori, centri sociali e sindacati che hanno raccolto l’appello alla mobilitazione (Le Lampare del Basso Ionio, il Comitato Verità per le ferriti di Cassano, la Cgil che vogliamo, Filtecem-Cgil di Cosenza, Comitato Natale De Grazia di Amantea, Arci, Rete per la difesa del territorio Franco Nisticò e tante altre realtà calabresi e lametine).
La manifestazione ha lo scopo di chiedere verità e giustizia per le vittime della Marlane a Praia a Mare (emblematica è infatti la scelta della cittadina: sede della fabbrica tessile tristemente nota per decine e decine di morti sospette e numerosi casi di tumori), la bonifica dei siti inquinati di Praia a Mare, Crotone, Sibari, Amantea, Motta San Giovanni, Rossano, Cariati, San Calogero, Ciminà, Palizzi e tutte le discariche aperte e chiuse nelle vicinanze dei cittadini; il potenziamento e l’apertura di reparti di oncologia; un’indagine epidemiologica degli abitanti dei territori inquinati; l’istituzione di un registro regionale dei tumori; la riapertura delle indagini sulle navi dei veleni.