Imassimo-cristiano1_400l Movimento Politico “Alleanza Nazionale La Destra – M.T.L.” decide di non fare partecipare il proprio rappresentante Cristiano alle riunioni della commissione Urbanistica

E’ chiaro che adottando oggi il piano strutturale, scatterebbero immediatamente le norme di salvaguardia, ovvero il blocco di tutte le attività edilizie in città, aspetto questo che associato alla spada di Damocle di un possibile dissesto finanziario, farebbe slittare l’ipotetica approvazione finale di molti mesi,  che ribadiamo avviene dopo l’adozione . Dinanzi quindi ad uno  scenario apocalittico di ipotetico blocco totale della città sia finanziario che urbanistico, per i motivi suddetti, la ragionevolezza, il buon senso e l’interesse pubblico devono avere il sopravvento sulle bandierine o sulle medaglie che qualcuno vorrebbe portare in “dote” alla prossima campagna elettorale. Riteniamo grave far slittare volutamente  la convocazione del Consiglio Comunale odierno in seconda convocazione, dove bastano 10 consiglieri comunali per adottare il piano, riteniamo che  l’emendamento del Presidente Grandinetti sia “poca roba” e non lo condividiamo, discusso per la prima volta solo ieri pomeriggio mentre era in corso la seduta di  Consiglio Comunale, emendamento che di fatto non muta il telaio del piano perché  non va ad intaccare minimamente i due pilastri fondamentali,  ovvero  le 120 manifestazioni di interesse approvate dalla giunta e  la premialità volumetrica  dei centri storici di Nicastro, Sambiase, Zangarona, San Pietro Lametino, due  a S. Eufemia, Sant’ Eufemia vetere, volumetrie di premialità che ricadano appunto nelle manifestazioni d’ interesse approvate dalla Giunta. 
Ricordiamo che le manifestazioni di interesse presentate dai cittadini sono state valutate da una  commissione di tecnici nominata dal Sindaco, che ne ha approvato  circa 120 domande  su  quasi 400, utilizzando  criteri che, per come si evince dai verbali di commissione urbanistica  in cui il Dirigente Comunale Iovane ha relazionato,sembrano  non siano stati chiari e trasparenti, aspetto questo che lascia delle zone d’ ombra pericolose.
Per questo motivo ci stacchiamo da questa logica in modo chiaro e netto, l’idea di “meglio un brutto piano che il nulla non regge”, la città si deve dotare  di un piano strutturale nuovo e innovativo che sia veramente volano di sviluppo, quindi la logica di approvare  qualsiasi cosa a tutti i costi cozza, specie in queste condizioni(dissesto paventato), con l’ esigenza reale della città, Noi voteremo No al piano.
Segreteria cittadina Movimento Politico Alleanza Nazionale La Destra – Movimento Territorio e Lavoro.