Ingegnere lametino nominato Consigliere Tecnico del Ministro dei Trasporti della Repubblica d’Albania

manlio_guadagnuolo_con_ministro_haxhinasto_400

Ai fini della definizione e dell’attuazione del programma infrastrutturale sul territorio albanese, il Ministro Haxhinasto ha ritenuto strategico nominare un esperto di massima e comprovata qualificazione professionale nelle materie di competenza del proprio Ministero, individuato appunto nell’Ing. Manlio Guadagnuolo, con il compito di svolgere attività di natura tecnica, economica, giuridica e amministrativa per la realizzazione del programma ministeriale, per la promozione del Partenariato Pubblico Privato con stakeholders internazionali e per lo studio di un modello innovativo di governance della struttura tecnica del Ministero.
La nomina dell’Ing. Guadagnuolo e la riorganizzazione della governance interna del Ministero consentiranno di massimizzare l’azione del Governo albanese per la realizzazione delle infrastrutture strategiche stradali, ferroviarie, portuali, aeroportuali e intermodali, per lo snellimento delle procedure burocratiche e il rispetto degli standard di qualità europei, dei costi e dei tempi previsti per la realizzazione delle opere inserite nel programma, nonché di massimizzare l’attrattività e l’efficienza del Sistema Paese albanese nei confronti di eventuali partners internazionali potenzialmente interessati alla realizzazione del programma infrastrutturale.
“L’Albania ha ottenuto di recente, il 27 giugno di quest’anno, lo status di Paese candidato all’adesione all’Unione Europea e la sfida per entrare in Europa parte proprio dalle infrastrutture” -ha commentato l’Ing. Manlio Guadagnuolo. “L’Italia è il primo partner commerciale e il primo investitore straniero in Albania, per cui i due paesi sono da sempre molto vicini. Per questo, da italiano, è per me un’enorme soddisfazione poter partecipare attivamente a tale processo di integrazione europea”.
E’ la prima volta che in Albania un ruolo del genere viene affidato ad un cittadino straniero.
Motivo in più per lavorare con la massima determinazione per il raggiungimento dei risultati attesi” ha concluso l’Ing. Guadagnuolo.