La replica del comune replica sui data forniti da OPENCIVITAS secondo i quali il comune di Lamezia Terme è ultimo nella classifica dei servizi ai cittadini

Proprio per questo «si è lavorato sulla efficienza e sulla efficacia della spesa, infatti, il dettaglio di quasi tutti i servizi gestiti dal comune risultano più efficienti dello standard. Il servizio di Gestione delle Entrate Tributarie e Servizi Fiscali nel 2010 ha risparmiato 411.412 euro. I servizi di ufficio tecnico e i servizi per lo smaltimento dei rifiuti (grazie alla raccolta differenziata) rispettivamente hanno risparmiato il 35% e 1′ 86,6% rispetto allo standard».
«Il Comune – continuna la nota – ha avuto una gestione oculata delle proprie finanze sebbene la spesa media per abitante sia stata maggiore rispetto a quella delle altre grandi città calabresi. Infatti il Comune di Lamezia Terme nel 2010 ha speso 987 euro pro-capite, Catanzaro 708 euro, Cosenza 956 Euro, Reggio Calabria 852 euro».
«La spesa pro-capite di Lamezia – conclude la nota – è inoltre in linea con i comuni tra 70.000 ed 80.000 abitanti per esempio della Lombardia: Varese 1097 euro (efficienza storica 2010 -9,92%), Pavia 1002 euro (-3,76%), Cremona 857 Euro (9,23%)».