Lamezia, Agenda Urbana: la Pro Loco di Lamezia ci porta nella realtà aumentata

LAMEZIA TERME – Un importante contributo finalizzato alla crescita turistico-culturale lo ha fornito la Pro Loco di Lamezia Terme, guidata da Giusy Ruberto, in qualità di partner di Agenda Urbana.
Nello specifico, la Pro Loco lametina ha individuato nell’azione 3.7.1. ( sostegno all’avvio e rafforzamento di attività imprenditoriali che producono effetti socialmente desiderabili e beni pubblici) , la misura idonea per sviluppare le proprie idee progettuali.
L’obiettivo della Pro Loco è quello di porre la Città di Lamezia Terme quale location non solo di accoglienza di flussi turistici, grazie alla posizione strategica e alla presenza sul territorio di Aeroporto , autostrada e stazione ferroviaria , ma centro che può diventare attrattore turistico vero e proprio.
Il progetto coerentemente con l’azione 1.1 di Agenda Urbana ha la finalità di potenziare il patrimonio dei beni culturali con attività di raccolta, verifiche, organizzazione e messa a sistema di tutte le informazioni e le risorse presenti per la gestione del patrimonio culturale attraverso la creazione di nuove forme di musealizzazione nel settore della conservazione, valorizzazione , fruizione dei beni culturali, storico, artistici e naturalistici con l’impiego di piattaforme tecnologiche di fruizione immersiva ( realtà virtuale, realtà aumentata, tecnologie di prossimità).
L’obiettivo, dunque, è anche quello di valorizzare destinazioni e siti culturali, contribuendo alla destagionalizzazione ed incrementando le ricadute culturali in modo da promuovere e migliorare la capacità di attrarre visitatori sempre più esigenti creando cosi un volano economico, una occasione di sviluppo sociale, economico e occupazionale per il territorio attraverso la realizzazione di servizi volti alla promozione del turismo e al potenziamento di reti culturali di promozione turistica valorizzando i beni pubblici con attività di social innovation volte alla realizzazione di occasioni lavorative per giovani e donne.
Il progetto vuole promuovere l’utilizzo delle nuove tecnologie per valorizzare i percorsi storico culturali proposti con lo scopo di:

1) stimolare la curiosità dei turisti sui percorsi, aiutando i visitatori a muoversi ed esplorare senza difficoltà grazie ai nuovi strumenti informatici;
2) aiutare i turisti a trovare facilmente tutte le informazioni in tempo reale in pochi secondi , semplicemente usando uno smartphone;
3) rafforzare l’identità territoriale attraverso l’integrazione del patrimonio culturale con la creazione di un prodotto culturale riconoscibile;
4) costruire nuove professionalità e competenze lavorative nella gestione e valorizzazione dei beni culturali.
Le strutture in cui potranno essere realizzati gli interventi sono: Abbazia Benedettina, Area di Terina, Chiese di interesse storico-artistico del territorio.