Lamezia, De Biase su Parco di Savutano: “Il presidente Abramo darà esempio di buona amministrazione”

LAMEZIA TERME – “Esprimo apprezzamento per la recente visita del Presidente della Provincia di Catanzaro, Sergio Abramo, al parco di Savutano. L’impegno assunto dal massimo rappresentante dell’Ente intermedio di trovare altri finanziamenti per poter completare l’importante infrastruttura, e renderla fruibile il prima possibile alla collettività, è significativo della sinergia intrapresa tra i Comuni di Catanzaro e Lamezia Terme e la Provincia”. E’ quanto afferma il presidente del consiglio comunale di Lamezia Terme Salvatore De Biase. “Si è trattato – aggiunge – di un incontro partecipato in cui il presidente Abramo, accompagnato dal vice presidente Antonio Montuoro, dialogando con il sindaco Paolo Mascaro e con il sottoscritto, in qualità di presidente del consiglio comunale di Lamezia, alla presenza di tecnici della Provincia, assessori e alcuni consiglieri comunali, ha potuto constatare di persona che la somma già messa in bilancio per il completamento del parco necessita di una ulteriore integrazione per renderlo maggiormente attrattivo e funzionale”.
“Sono convinto – osserva il presidente De Biase – che Sergio Abramo darà esempio di buona amministrazione e fornirà quelle risposte tanto auspicate dalla comunità lametina in merito alla conclusione dei lavori del parco. Ricordo, infatti, che il suo predecessore disattese completamente gli impegni presi con la città. Tra questi, in un incontro avvenuto nel mese di ottobre del 2017 con il precedente presidente della Provincia di Catanzaro, ricevetti rassicurazioni sul completamento dei lavori del parco entro il 2018, termine che, peraltro, andava già ben oltre la scadenza prevista di 210 giorni dalla consegna dei lavori, avvenuta il 19 settembre del 2016”.
“Il parco di Savutano, situato a ridosso del Comune e del quasi completato complesso interparrocchiale San Benedetto, costituirà – conclude il presidente De Biase – una pregevole area verde attrezzata a beneficio di tutta la comunità lametina”.