Lamezia, Materacco (Noi con Salvini): “Buon lavoro alla Commissione d’accesso”

LAMEZIA TERME – “Esprimiamo profonda amarezza per la sorte che ancora una volta la nostra città è costretta a subire, l’ennesimo scioglimento per mafia certamente non fa bene ad una città che da tempo ormai è costretta ad arrancare.
Dopo due anni e mezzo, la giunta Mascaro cade per decisione del consiglio dei ministri e a seguito di un iter procedurale attraverso cui una commissione di accesso ha prodotto documenti in grado di generare la medesima determinazione.
Non sappiamo quali siano le motivazioni descritte nel decreto di scioglimento, certo è che l’articolo 143 del T.U.E.L. parla di scioglimento per mafia, “quando emergono concreti, univoci e rilevanti elementi di collegamento diretti o indiretti con la criminalità organizzata”.
Un elemento imprescindibile e grave sul quale ci auguriamo possa essere fatta chiarezza.
Riponendo la massima fiducia negli organi di governo, non condividiamo l’atteggiamento di chi, disconoscendo le carte grida all’ingiustizia, evocando ipotetiche “violazioni di regole democratiche” o attacca direttamente le istituzioni cercando di coinvolgere la popolazione in una sorta di psicodramma collettivo diretto a generare sensi di colpa in una comunità che, certamente è sfortunata, ma in questo caso non avrebbe colpe dirette.
Ricordando che le istituzioni si rispettano sempre, sia quando i provvedimenti sono favorevoli, sia quando non lo sono, diamo il benvenuto e un augurio di buon lavoro alla commissione straordinaria inviata dal ministero”.

Francesco Materacco
Coordinamento Cittadino di Noi con Salvini Lamezia Terme