Lamezia, Meetup 5 Stelle: “Chi mentì tra Mascaro e Folino?”

LAMEZIA TERME – “È di mercoledì pomeriggio la notizia della pesante condanna a 17 anni e 8 mesi di reclusione, oltre a 150mila euro di multa, del 49enne Franco Fazio che, come noto, alle ultime elezioni comunali era stato candidato nelle fila del Cdu, lista che appoggiava la candidatura a sindaco di Paolo Mascaro. Il Collegio di giudici del Tribunale di Palmi ha accolto sostanzialmente in toto la richiesta della pubblica accusa (18 anni). Come si ricorderà Fazio fu arrestato il 7 maggio 2015, in piena campagna elettorale, nell’operazione Columbus che coinvolse una quindicina di persone, fermate e arrestate tra la Calabria e New York nell’ambito dell’indagine della Polizia di Stato e dell’Fbi su un’organizzazione criminale dedita al narcotraffico, legata alla ‘ndrangheta e alle famiglie mafiose americane. In un comunicato inviato, e pubblicato dai vari organi di stampa, l’ex coordinatore del Cdu lametino Giuseppe Folino si riferiva proprio al caso Fazio con parole che chiamavano direttamente in causa l’allora sindaco Mascaro circa la responsabilità di aver inserito il nominativo del presunto narcotrafficante Franco Fazio tra gli aspiranti alla carica di consigliere comunale a supporto della candidatura a sindaco dello stesso. La dichiarazione era stata captata dagli inquirenti che evidentemente monitoravano il Fazio già da tempo. Ancora ci meravigliamo, quindi, del terzo scioglimento per infiltrazioni mafiose? Vedremo le motivazioni nel decreto del Presidente della Repubblica”.

Meetup 5 Stelle Lamezia Terme
Amici di Beppe Grillo