Lamezia, MTL: “Gianturco è contro l’avvio del servizio VAT”

LAMEZIA TERME – “Onestamente concordiamo in parte con la nota del disattento Consigliere Comunale Gianturco, quando scrive che siamo arrivati alla frutta, perché mai e poi mai ci saremmo aspettati che un consigliere comunale eletto con una lista di nome Sovranità, potesse difendere a spada tratta i burocrati, diventando la “stampella” di via Perugini. Non penso che il comandante della polizia locale Salvatore Zucco abbia bisogno di un avvocato difensore, tra l’altro non iscritto in nessun albo. Sono un giovane che si è affacciato da poco alla politica, ma in ogni modo mi hanno insegnato che le determine le firmano i dirigenti e non i Consiglieri Comunali, se tu hai una versione differente del Testo Unico degli Enti Locali per favore illuminaci. Ci siamo informati e ci risulta che il Consigliere Gianturco ha partecipato in più occasioni alle sedute delle Commissioni consiliari dove forse si è dimenticato, che anche lui stesso sollecitava al Dirigente Salvatore Zucco l’avvio del Gruppo VAT. Non poteva intervenire pubblicamente da subito il Consigliere Gianturco sulla vicenda con la sua scarseggiante ironia, legate ad una vicenda molto seria. Restiamo tanto meravigliati, perché dopo due anni il Consigliere di “Identità nazionale” non ha compreso pienamente la differenza fra l’agire politico e quello amministrativo, divisione dei poteri che ho appreso fin da subito nonostante la mia poca esperienza politica. Di questa vicenda rimane un dato inconfutabile ovvero che una parte dell’ apparato burocratico: dirigenti comunali, che mi dicono guadagnano anche fino a 10.000 euro al mese, è stato ostile nei confronti del Consiglio Comunale, ostacolando nei fatti l’agire dello stesso non dando seguito, fino ad oggi, al regolamento VAT. Questo atteggiamento tralasciando le chiacchiere di qualcuno, ha pesantemente danneggiato i cittadini in servizi utili alla collettività. In attesa di una nuova “illuminazione” tralasciando le chiacchiere, la città chiede al Comandante Zucco giustamente l’avvio del servizio, per come proposto dal Consiglio Comunale il 28 dicembre 2016, in quanto specialmente al mattino presso le scuole bambini e genitori vivono una condizione di pericolo. E’ palese il boicottaggio in atto da parte di alcuni uffici di via Perugini. Alla fine ci domandiamo chi sia a Lamezia Terme Mister Ventura, considerato le tue continue e ripetute gaffe”.

Giovani MTL