L’Amministrazione: il 22 dicembre sbloccati i fondi da parte della Lamezia Multiservizi per due mensilità ai lavoratori della cooperativa Ciarapanì. Perchè allora tante polemiche?

L’Amministrazione sta inoltre valutando la possibilità di trasferire la riscossione della TARI alla Lamezia Multiservizi così come già avviene per quanto riguarda la bolletta del servizio idrico quindi in tutti questi anni, nonostante la chiusura della discarica, il repentino aumento della tariffa dell’acqua alla fonte da parte della SoRiCal e le difficoltà finanziarie a cui sono stati costretti gli Enti Locali l’Amministrazione Comunale ha lavorato per consolidare l’attività e il ruolo della Lamezia Multiservizi, garantendo anche l’apporto positivo della cooperativa Ciarapanì.
Questo apporto è stato possibile garantirlo sempre nei limiti previsti dalle normative vigenti sugli appalti. Superare la soglia attuale che consente l’affidamento diretto significherebbe ricorrere necessariamente ad una gara di appalto alla quale potranno partecipare tutti i soggetti interessati e quindi non solo la Ciarapanì.
Allo stato l’Amministrazione sta valutando insieme alla Lamezia Multiservizi e alla Ciarapanì quali possano essere le forme migliori per raggiungere l’obiettivo dell’ampliamento della raccolta differenziata mantenendo fermo il lavoro dei dipendenti della cooperativa.